Tag Archives: vocazioni

La veglia di preghiera per le vocazioni con il vescovo Lauro: “Innamorati di Gesù, cantori della sua novità, appassionati cercatori dei fratelli”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Con la 57° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni celebrata domenica 3 maggio, sul tema “Datevi al meglio della vita!” la Diocesi di Trento ha aperto una settimana di preghiera che è culminata nella veglia di venerdì 8 maggio, guidata dall’arcivescovo Lauro.

LEGGI QUI LA RIFLESSIONE DEL VESCOVO LAURO

Ogni giorno, da domenica 3 maggio a venerdì 8 maggio la Diocesi ha rilanciato rilancia una proposta quotidiana di preghiera e riflessione, a questi link

preghiera per le vocazioni domenica 3 maggio → link

preghiera per le vocazioni lunedì 4 maggio → link

preghiera per le vocazioni martedì 5 maggio → link

preghiera per le vocazioni mercoledì 6 maggiolink 

preghiera per le vocazioni giovedì 7 maggio → link 

preghiera per le vocazioni venerdì 8 maggio → link

PREGHIERA PER LA VEGLIA DI VENERDì 8 MAGGIO

Inoltre viene messo a disposizione il seguente materiale:

Nella sezione Liturgia è disponibile la traccia per la preghiera per l’ora di adorazione del mese di maggio  

E’ possibile trovare altro materiale sul sito dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni della CEI ⇒ vai al sito

Il 3 maggio la 57° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni: materiali e proposte per la preghiera. L’8 maggio la preghiera con il vescovo Lauro

Venerdì 8 maggio alle 20.30 veglia di preghiera col vescovo Lauro, in diretta streaming dalla Cattedrale
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

“Datevi al meglio della vita! È questo il cuore del messaggio per la 57° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni che si celebra domenica 3 maggio. Un invito alla felicità che Papa Francesco ha inserito nell’esortazione Christus Vivit e che rilancia in questa occasione: “Giovani, vivete! Datevi al meglio della vita! Aprite le porte della gabbia e volate via! Per favore, non andate in pensione prima del tempo.” Un invito a cercare Gesù, a seguirlo, ad amarlo, perché con Lui la vita prende gusto. Un invito a cercare la propria strada con coraggio, certi che Lui illumina i nostri passi quando vediamo buio, che ci sostiene quando abbiamo paura. Un invito a stare sulla strada che abbiamo scelto, a gustare gioie e sopportarne le fatiche, certi che Lui non ci lascia mai soli.
L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci porta a vivere in modo diverso questo appuntamento… non possiamo ritrovarci insieme a pregare, possiamo però trovare tempo e spazio per pregare nelle nostre case. Dedichiamo alla preghiera per le vocazioni un momento nel corso delle prossime giornate a partire da oggi domenica 3 maggio fino a venerdì 8 maggio.
Venerdì 8 maggio alle 20.30 ci sarà un momento di preghiera guidato dal vescovo Lauro in diretta dalla Cattedrale
, che potremo seguire via streaming e su Telepace.

Ecco alcuni strumenti per mantenere viva l’intenzione delle vocazioni nella preghiera:

Nella sezione Liturgia è disponibile la traccia per la preghiera per l’ora di adorazione del mese di maggio  

E’ possibile trovare altro materiale sul sito dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni della CEI ⇒ vai al sito

Sabato di preghiera per le vocazioni

6 ottobre: ritorna a Trento in S. Apollinare la proposta mensile
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Sabato 6 ottobre si rinnova la mattinata diocesana di digiuno preghiera per le vocazioni con la santa Messa alle ore 9.00 nella Chiesa di Sant’Apollinare a Trento. La liturgia è presieduta dall’arcivescovo Lauro. L’iniziativa della pastorale vocazionale è proposta ogni primo sabato del mese e prosegue ininterrotta dal 4 marzo dello scorso anno.

Santa Messa nnella chiesa di Sant’Apollinare (Piedicastello) per ottenere da Dio il dono di vocazione alla nostra Chiesa diocesana
nella foto:
Trento 04 marzo 2017
Ph. Gianfranco Bernardinatti

In preghiera per le vocazioni

dal 4 marzo 2017 il primo sabato di ogni mese
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Con sabato 4 marzo 2017 inizia un’importante esperienza di preghiera per le vocazioni nella nostra Diocesi. Il vescovo Lauro ha infatti accolto con gioia la proposta della pastorale vocazionale di dedicare il primo sabato di ogni mese ad una mattinata di digiuno e di preghiera per le vocazioni con una Santa Messa alle ore 9.00 presso la Chiesa di Sant’Apollinare a Trento.
L’iniziativa prosegue per tutta l’estate.

LEGGI DI PIU’

1 aprile, torna la preghiera per le vocazioni

Primo sabato del mese, s. Messa con vescovo Lauro in Sant'Apollinare ore 9.00.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si rinnova sabato 1 aprile la mattinata diocesana di preghiera e digiuno per le vocazioni. L’arcivescovo Lauro presiede a Trento nella chiesa di Sant’Apollinare la s. Messa con inizio alle ore 9.00.  L’invito alla partecipazione è rivolto in particolare ai fedeli della città. Tutta la diocesi è però coinvolta in monenti di preghiera sul territorio o nella partecipazione al digiuno. L’iniziativa è della Pastorale vocazionale e si rinnova (dal 4 marzo, foto Bernardinatti) ogni primo sabato del mese, ad oltranza.

In tanti a pregare per le vocazioni

Ogni primo sabato del mese s. Messa con vescovo Lauro in Sant'Apollinare
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Chiesa di Sant’Apollinare di Trento affollata, al mattino del 4 marzo, per il primo sabato di preghiera e digiuno per le vocazioni. L’iniziativa della pastorale vocazionale prevede ogni primo sabato del mese (e a oltranza nel corso dell’anno) la celebrazione della S. Messa nella parrocchia di Piedicastello, presieduta dall’arcivescovo Lauro. Tutta la comunità diocesana è però invitata a unirsi alla preghiera, invocando il dono delle vocazioni anche attraverso forme di digiuno. “Talvolta le nostre comunità sono diventate afone, dal punto vista vocazionale, per non avere saputo vivere nella sobrietà evangelica”, ha sottolineato nell’omelia l’arcivescovo Lauro. “Il futuro della nostra Chiesa – ha aggiunto – si giocherà anche sulla capacità di chiederci, anche di fronte ai beni che possediamo: questo serve o meno al Vangelo?”.  Quindi l’invito ad essere comunità accoglienti, “pronte – ha concretizzato don Lauro – a sedersi al tavolo della misericordia, ma non per dire: vieni, ti perdono! Piuttosto: vieni, ho trovato chi mi ha perdonato”.

La Santa Messa nella chiesa di Sant’Apollinare (Ph. Gianfranco Bernardinatti)

 

Chiesa di Trento ogni mese in preghiera per le vocazioni

Da sabato 4 marzo in Sant'Apollinare s. Messa con vescovo Lauro. Una mattinata di digiuno
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Con sabato 4 marzo 2017 inizia un’importante esperienza di preghiera per le vocazioni nella nostra Diocesi. Il vescovo Lauro ha infatti accolto con gioia la proposta della pastorale vocazionale di dedicare il primo sabato di ogni mese ad una mattinata di digiuno e di preghiera per le vocazioni con una Santa Messa alle ore 9.00 presso la Chiesa di Sant’Apollinare a Trento.

La proposta va ad affiancarsi a quella del primo giovedì del mese dove già tante comunità sono riunite a pregare con il Monastero Invisibile. Come ha detto ai giovani il Vescovo Lauro nel primo incontro di Passi di Vangelo “Gesù non chiama a compiti e servizi, offre semplicemente vita”. «Ed è dentro questa vita, “nella gioia di ascoltare, nell’ebbrezza del gratis, nella forza dell’umorismo, nello stupore per il bene che ti circonda, nell’adrenalina del condividere” che nascono le vocazioni alla vita matrimoniale, sacerdotale e religiosa», commenta don Vincenzo Lupoli della Pastorale vocazionale.

Il Vescovo celebrerà, nel primo sabato di ogni mese, la santa Messa in Sant’Apollinare a Trento davanti all’immagine della  Madonna di Piedicastello. «L’invito – aggiunge don Vincenzo – è rivolto a coloro che stanno cercando la loro strada e a tutte le persone, consacrati e non, che sentono nel cuore la gioia di pregare per le vocazioni. Come Chiesa diocesana siamo chiamati ad unirci al Vescovo nella preghiera affinché il Signore mandi, come ricorda ancora monsignor Tisi,  “donne e uomini innamorati di Gesù, capaci di riconoscere in lui il volto del Padre, fonte della luce”».