Rovereto, Arcivescovile in festa in ricordo delle Dame Inglesi. Il vescovo Lauro spiega ai ragazzi il Padre Nostro

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Festa per la famiglia del Collegio Arcivescovile di Rovereto nella giornata di mercoledì 9 ottobre: accanto al patrono della scuola Antonio Rosmini, hanno infatti ricordato il legame storico della scuola con l’Istituto delle Dame Inglesi, dal quale l’Arcivescovile ha raccolto non solo idealmente il testimone educativo. Momento centrale della giornata festosa la s. Messa presieduta dall’arcivescovo Lauro Tisi nella Chiesa di S. Marco, alla presenza del sindaco della Città della Quercia Valduga, della rappresentanza delle suore dell’Istituto delle Dame Inglesi di Rovereto, Vicenza e Merate e degli alunni, studenti, docenti dell’Arcivescovile. Nell’omelia, don Lauro ha ripreso il brano del Vangelo del giorno, in cui Gesù insegna la preghiera del Padre Nostro. “Santificare il nome di Dio –  si è rivolto ai ragazzi – vuol dire imitare l’unico vero santo che è Gesù”. “Spesso, quasi per tenerci in piedi – ha sottolineato – coltiviamo il male e la cattiveria come fossero un bene”. L’invito del Padre Nostro per monsignor Tisi va nella direzione opposta e ci invita invece a dire: “Venga il giorno in cui non c’è regalo più bello dell’incontrare gli altri, il giorno in cui alle cose preferisco gli amici, il giorno in cui capisco che grazie a Gesù, anche quando sbaglio posso ripartire!”.