È nato il Consiglio di Chiese di Trento. In Cattedrale preghiera ecumenica e firma dello Statuto

bookmark
Ecumenismo e Dialogo interreligioso

La preghiera condivisa e la sottoscrizione dello Statuto hanno sancito domenica 10 ottobre in Cattedrale a Trento (streaming video – LINK), la nascita del Consiglio di Chiese di Trento.

Il Consiglio raggruppa la Chiesa Cattolica Romana, la Chiesa Evangelica Valdese, le Comunità Evangeliche Luterane di Bolzano e Merano, la Diocesi Ortodossa Romena, la Diocesi Ortodossa Russa, la Foursquare Gospel Italia, la Pakistan-Hindu Christian Community in Europe, la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno del distretto di Bolzano-Trento (in qualità di osservatore).

Nello Statuto del Consiglio un vero e proprio decalogo ne illustra le finalità:

1) testimoniare insieme il Vangelo di Gesù Cristo;
2) implementare la reciproca e fraterna conoscenza delle
Chiese;
3) coltivare nelle Chiese una mentalità ecumenica;
4) proporre e sostenere insieme, soprattutto sul territorio
trentino, iniziative e attività ecumeniche;
5) diffondere l’informazione sulle attività del movimento
ecumenico;
6) cercare risposte comuni ai problemi e alle sfide che interpellano la fede cristiana;
7) discutere e chiarire possibili incomprensioni tra le Chiese;
8) favorire il dialogo interreligioso;
9) promuovere l’integrazione contro ogni forma di razzismo e
discriminazione;
10) inserirsi nel dibattito pubblico su problemi di attualità,
quando ce ne fosse l’occasione o lo si ritenesse opportuno,
esprimendo le specificità che caratterizzano le Chiese.

Ecco lo STATUTO DEL CONSIGLIO DI CHIESE CRISTIANE sottoscritto nel duomo di Trento.

La Chiesa cattolica trentina era rappresentata da don Cristiano Bettega, delegato per l’Area Testimonianza e Impegno Sociale dell’Arcidiocesi che ingloba anche l’ambito dell’ecumenismo.

FOTO ZOTTA