Musulmani e cristiani uniti per una cultura della sostenibilità: domenica 7 incontro tra delegazioni della Diocesi e della Comunità Islamica (ore 17.30 in presenza e diretta streaming)

bookmark
Ecumenismo e Dialogo interreligioso

Musulmani e cristiani insieme per una cultura della sostenibilità, verso un’ecologia integrale. È l’obiettivo dell’incontro promosso da Diocesi di Trento e Comunità Laudato si’, insieme alla Comunità Islamica del Trentino-Alto Adige per domenica prossima, 7 novembre alle ore 17.30 presso  la sede di Gardolo della stessa Comunità Islamica (via Soprasasso, 24/3).

Titolo dell’incontro “La custodia della Casa comune”, al centro anche della XX Giornata del dialogo islamo-cristiano, celebrata lo scorso 27 ottobre.

A guidare le due delegazioni saranno don Cristiano Bettega per la Diocesi (Area Testimonianza) e il dottor Aboulkheir Breigheche per la comunità musulmana.

Sarà possibile seguire l’incontro in presenza (con green pass) o in diretta sul canale YouTube della Diocesi e in televisione su Telepace Trento (canale 601).

Breigheche: “Rafforzare la cultura dell’incontro” 

“La Comunità islamica trentina, come quella nazionale, è convinta – sottolinea Breigheche – che il miglior modo per un’ottima convivenza, basata sul rispetto reciproco, sulla condivisione dei valori comuni, della fratellanza, della giustizia e della solidarietà sia quello di rafforzare la cultura del dialogo e dell’incontro. Per questo – aggiunge Breigheche – ospitiamo nella nostra sede di Gardolo con gioia sincera una delegazione cristiana, per un approfondimento sul tema di questa XX Giornata del dialogo cristiano-islamico”.

Don Bettega:  “Spetta tanto più ai credenti fare scelte di vita sostenibile” 

“Che i temi legati alla custodia del creato – fa eco don Bettega – siano attuali, urgenti e, per certi versi, addirittura drammatici, è sotto gli occhi di tutti. Ed altrettanto chiaro è che non è più pensabile che ad occuparsene siano soltanto gli addetti ai lavori. La cittadinanza – aggiunge il delegato vescovile – non può pensare di delegare tutto a chi sta ai vertici: anche i cittadini, quasi a maggior ragione i cittadini credenti, sono chiamati a conoscere, ragionare, cambiare stile, fare scelte di vita sostenibile. E più lo sapranno fare insieme, più ogni gesto sarà efficace. Va in questa direzione l’incontro di domenica. Speriamo – conclude don Bettega – che questo appuntamento sia di stimolo per una reale ‘conversione ecologica’, che sappia incidere positivamente sulla nostra vita, sulla vita delle nostre comunità e, non da ultimo, sul pianeta”.

Nella foto:  incontro tra le due delegazioni nel 2018.

QUI SOTTO LINK ALLA DIRETTA