Pellegrinaggio a Lourdes, in sintonia con Montagnaga. Vescovo Lauro: “Seguendo Maria, Chiesa sobria e affidata alla Parola”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Si avvia a conclusione il 101° pellegrinaggio della Diocesi di Trento a Lourdes. In questo lunedì 9 settembre è previsto il rientro dei 252 pellegrini trentini, guidati dall’arcivescovo Lauro, dopo tre intese giornate vissute al santuario mariano, piene tra l’altro di sole e temperature gradevoli.

Domenica 8 settembre, festa della Natività di Maria, si è realizzato anche il significativo collegamento tra Lourdes e il santuario di Montagnaga di Piné dove si celebrava il 290° anniversario dell’apparizione della Madonna a Domenica Targa. In diretta da Lourdes, don Lauro ha rilevato la significativa comunione tra i fedeli riuniti nei due santuari, invitando a camminare seguendo Maria, madre e discepola del Signore. Ha parlato della bella testimonianza di servizio di carità vissuta a Lourdes, grazie a tutti i pellegrini ma in particolare agli ammalati e a dame e barellieri. Tra questi un bel gruppo di giovani, che hanno aggiunto valore alla testimonianza, e che implicitamente – ha sottolineato l’Arcivescovo – ci invitano a valorizzarli e ad ascoltarli con attenzione. Prima della benedizione, monsignor Tisi ha quindi ribadito la volontà della chiesa di Trento di camminare alla luce del Vangelo: una chiesa sobria, non fatta di strutture ma affidata alla Parola.