Il concerto eucaristico di don Castiglia, prete-musicista. Sabato 29 febbraio all’Arcivescovile

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Sullo sfondo l’arca di Noè, dominata dalla colomba della pace; in primo piano i simboli del pane e del vino. È l’immagine scelta da don Gaetano Castiglia, prete-musicista, collaboratore pastorale a Trento (Santissimo), per annunciare il suo Concerto Eucaristico, in programma a Trento al Collegio Arcivescovile sabato 29 febbraio alle ore 20.30.

Il Concerto Eucaristico si sviluppa come un itinerario, con i canti che delineano delle ‘scene’ progressive. Al vertice musicale e tematico il tema dell’Alleanza di Dio con l’umanità: dalla salvezza dopo la catastrofe del diluvio, passando per il popolo guidato nel deserto alla Terra Promessa, fino alla ‘nuova’ Alleanza in Cristo Gesù.

«Da sempre – racconta don Gaetano – sto approfondendo la realtà eucaristica, cioè il dono della presenza di Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, nella nostra vita personale e comunitaria. Ho composto molti canti eucaristici, cioè riferiti direttamente all’animazione della Santa Messa. In molti avevano espresso il desiderio di proporre a tutti i valori eucaristici conosciuti e apprezzati nei miei canti. Ecco il motivo di un vero e proprio concerto eucaristico».

“Invito – esorta don Castiglia – quanti potranno, dalla città di Trento e dalle valli ma anche da fuori provincia, a condividere questi momenti fondanti la nostra spiritualità, insieme agli amici che suonano e cantano con me.”

Foto: J.M.

don Gaetano Castiglia, prete musicista