“Fate come Dio: tornate umani”. La “ricetta” per la pace nella veglia di Azione cattolica guidata dal vescovo Lauro

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

“Fate come Dio, tornate umani!”. L’appello dell’arcivescovo Lauro è risuonato nella cattedrale di Trento e in streaming sabato 30 gennaio nella veglia per la pace promossa dall’Azione cattolica trentina dal titolo “La pace fa notizia“. Coordinata dall’assistente spirituale don Giulio Viviani e animata da varie “voci” di Ac, la veglia ha rilanciato molte provocazioni di papa Francesco, riprendendo il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale per la Pace che aveva aperto gennaio, da tradizione mese per la pace per Ac.

“Senza che nemmeno ce ne accorgiamo noi abbiamo una profonda nostalgia di Dio”, ha sottolineato don Lauro, precisando però la natura di tale nostalgia “non per un Dio generico che sta sopra di noi, ma per un Dio dal volto umano, concreto, meraviglioso; dal volto bellissimo di Gesù di Nazareth”. “Fate come Dio, tornate umani!” ha ribadito con entusiasmo l’Arcivescovo. “Che meraviglia questo Dio che coincide con l’umano. Solo lui ha il vestito vero dell’umano. In Gesù di Nazareth abita la pienezza di Dio. Gesù è la nostra pace! Pace non è bon-ton, per cui vediamo di non pestarci i piedi. La pace è l’umano e l’umano è Dio. Il vero ateismo è non amare”.

Le offerte raccolte durante la veglia saranno destinate al progetto Una Comunità Intera(proposto da Caritas diocesana e Centro Astalli, a sostegno dell’accoglienza dei richiedenti asilo sul territorio).

Qui sotto link al canale YouTube: