Cristo Re a Trento in preghiera per il parrocchiano Antonio Megalizzi, ferito a Strasburgo. La vicinanza del vescovo Lauro

L'invito ogni giorno alle ore 17 di oggi. Tutta la famiglia è molto attiva in comunità
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Antonio Megalizzi,  il giovane italiano gravemente ferito nell’attentato di Strasburgo, appartiene alla parrocchia di Cristo Re a Trento. Il parroco, don Mauro Leonardelli, rinnova da mercoledì 12 dicembre, ogni giorno, l’invito a un momento di preghiera per Antonio e tutte le vittime e i feriti dell’attentato alle ore 17.00 di mercoledì 12 nella chiesa di Cristo Re. Anche l’arcivescovo Lauro, profondamente colpito per l’accaduto, prega e invita a pregare la comunità diocesana per tutte le persone coinvolte nell’attacco terroristico, con un sentimento di particolare vicinanza per Antonio e i suoi familiari, che hanno raggiunto da qualche ora la città dove vive il giovane studente e reporter trentino. L’intera famiglia Megalizzi è molto attiva nella comunità di Cristo Re: la mamma Annmaria, in particolare, è catechista parrocchiale. Don Mauro ha proposto alla comunità di ritrovarsi a pregare in tutti i giorni che precedono Natale, ritrovandosi sempre alle ore 17 in chiesa “per chiedere a Dio di sconfiggere i semi di odio che portano a così tanto dolore”.