Vaia, Dimaro ricorda in silenzio Michela Ramponi e Denis Magnani. Vescovo Lauro: “L’amore non può morire”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Dimaro (29 ottobre). Una processione silenziosa, con in mano tanti palloncini bianchi. Un’intera comunità si stringe così attorno ai parenti di Michela Ramponi e Denis Magnani a un anno dalla loro scomparsa, vittime della tempesta Vaia. Nella chiesa parrocchiale di Dimaro, l’arcivescovo Lauro presiede la s. Messa. “Grazie per il vostro silenzio, che ci permette di renderci conto dell’enormità della tragedia che ha colto la famiglia di Michela e di Denis”. “Non c’è foresta che sta al pari del volto di un uomo”, sottolinea don Lauro che ricorda l”’intensità impressionante del loro amore e del bene che sono e che erano per le loro famiglie”. ” Prego il Padre – aggiunge – perché possiate pian piano sentire che questa loro presenza non è immaginazione. I nostri morti non sono immaginazione, sono vivi. L’amore non può morire“.

QUI TESTO INTEGRALE OMELIA

Foto di Gianni Zotta 

Vigili del fuoco schierati davanti alla chiesa parrocchiale di Dimaro

L’arcivescovo Lauro con il parroco di Dimaro don Renzo Caserotti