Tag Archives: amoris laetitia

“Amoris Laetitia”, Pavanello al clero: “Novità, nella continuità”

Due incontri con il vescovo di Adria-Rovigo sull'esortazione di papa Francesco
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Aula magna del seminario affollata nella mattinata di mercoledì 22 novembre per il primo di due incontri di formazione per

il clero diocesano sull’Esortazione apostolica Amoris Laetitia. Relatore mons. Pierantonio Pavanello, vescovo di Adria-Rovigo. Introdotto dall’arcivescovo Lauro, Pavanello si è soffermato sulle premesse e sul contesto in cui è stato pensato ed elaborato il documento di papa Francesco. “L’esortazione rappresenta una novità, ma nella continuità”, ha sottolineato il vescovo di Adria, in risposta a “chi ha criticato papa  Francesco” per l’atteggiamento troppo conciliante soprattutto “nei confronti dei divorziati risposati e loro partecipazione alla vita della Chiesa”. Il vescovo Pavanello ha dimostrato la continuità del percorso compiuto dalla Chiesa in materia di pastorale familiare, soprattutto dopo il Concilio, delineando un parallelo costante tra l’Esortazione Familiaris Consortio di Giovanni Paolo II (1981) e le posizioni di Amoris Laetitia . Nel prossimo incontro, in calendario il 6 dicembre, Pavanello entrerà nel vivo dell’esortazione apostolica di Francesco con i suoi tre “pilastri”:  accogliere, discernere, integrare.

Su Amoris Laetitia la diocesi aveva proposto due appuntamenti nel febbraio scorso con don Paolo Gentili, Direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia della Cei, e Gigi De Palo, Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie, con la moglie Anna Chiara. Altro appuntamento formativo in estate ad Andalo e dibattito con Vita Trentina e Avvenire in val di Fassa.

In cammino con Amoris Laetitia

Operatori di pastorale famigliare in formazione ad Andalo sull'esortazione di Francesco
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pastorale familiare in versione estiva e alpina: bilancio positivo per il secondo anno di formazione proposto dal Centro Famiglia della Diocesi di Trento ad Andalo, ai piedi delle maestose cime del Brenta.  Così raccontano le giornate dal 30 luglio al 6 agosto Marco e Stefania Girardi del Centro Famiglia:

“Dopo aver sperimentato la prima settimana ad agosto 2016, le aspettative erano certamente alte. Il primo anno di formazione, infatti, è stato davvero ricco: molti esperti ci hanno aperto finestre e suscitato domande sulle varie dimensioni della famiglia (sociologica, filosofica, psicologica, teologica ..), dimensioni che vanno considerate da chi opera in ambito di pastorale familiare.

Durante il corso dell’anno, poi, diversi sono stati i momenti di inter-sessione proposti dai formatori,  occasioni non solo formative ma che hanno anche permesso di coltivare le amicizie nate l’estate precedente.

Tutta la nostra famiglia ha partecipato a questa seconda settimana di formazione, pronti ad approfondire le nostre conoscenze e competenze a partire dall’Esortazione apostolica Amoris Laetitia e ad incontrare i volti e le storie di altre famiglie che hanno scelto di fare come noi questo cammino.

Ci siamo dati appuntamento ad Andalo per continuare questa esperienza formativa sotto la sapiente guida di don Albino Dell’Eva e Padre Matteo Giuliani, coadiuvati da tre famiglie che hanno curato tutta l’organizzazione dell’evento. Il secondo anno ha visto un ulteriore approfondimento della teologia e della spiritualità della famiglia  e della progettazione di momenti/eventi formativi. Ma si è particolarmente distinto dal primo perché più orientato ad approfondimenti in ambiti specifici dell’azione pastorale, quali la preparazione al sacramento del matrimonio, i percorsi battesimali, i gruppi famiglie e le crisi coniugali, attraverso attività e laboratori pratici, dove non è mancata la possibilità di confrontarsi e di coinvolgersi.

In modo particolare siamo stati chiamati a portare nelle nostre parrocchie di origine, traducendolo  in azioni concrete, tutto quello che siamo riusciti ad interiorizzare in questi due anni di formazione, forti del supporto e del sostegno che il Centro Famiglia ci fornirà.

Durante la formazione di noi adulti, i nostri figli, bambini  e  ragazzi, erano affidati ad un gruppo di animatori, che hanno fatto fare loro un percorso di riflessione sul tema della relazione ed hanno condiviso momenti di gioco e di amicizia.

La formula della settimana estiva di formazione e vacanza ha permesso di coinvolgere tutta la famiglia, prevedendo momenti di attività diverse rivolte a ciascun gruppo, ma anche tempo libero  per delle belle gite all’aria aperta e giochi in compagnia.

Ci portiamo nel cuore la bellezza luminosa delle famiglie che abbiamo incontrato, il desiderio di portare nelle nostre comunità ciò che abbiamo sperimentato e la gioia del vivere insieme e condividere con i nostri figli l’essere Chiesa, una famiglia di famiglie”.

In val di Fassa la festa di Avvenire e Vita Trentina

A "Ispirazioni d'estate" dibattito su Amoris Laetitia e camminata (27-28 luglio)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Giovedì 27 e venerdì 28 luglio seconda festa estiva del quotidiano cattolico “Avvenire” e del settimanale diocesano “Vita Trentina”, nell’ambito della rassegna “Ispirazioni d’estate”, promossa dal decanato di Fassa. Due gli appuntamenti chiave: giovedì alle ore 21, presso l’oratorio di Pozza di Fassa (Tn) incontro dibattito sull’impatto di “Amoris Laetitia”, l’esortazione post- sinodale di Papa Francesco. Ad introdurre il dibattito sarà il direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio. Interverranno i coniugi trentini Lucia e Marco Matassoni, uditori laici al Sinodo dei vescovi, il direttore dell’Ufficio nazionale per la famiglia della Cei, don Paolo Gentili, e il caporedattore di “Avvenire” e del mensile “Noi Famiglia & Vita”, Luciano Moia. Modererà il direttore di “Vita Trentina” e “radio Trentino inBlu”, Diego Andreatta. “Durante l’incontro – si legge in una nota – sarà presentato il monitoraggio sulla ricezione dell’Amoris Laetitia nelle diocesi italiane e saranno discussi i possibili sviluppi delle ‘strade di felicità’ indicate da Papa Francesco”.

La festa di Avvenire e Vita Trentina prosegue venerdì 28 luglio con una camminata da Pera di Fassa al santuario di Santa Giuliana. Il ritrovo è alle 9 alla chiesa di San Lorenzo di Pera di Fassa. Dopo la visita guidata, alle 9.30 la partenza della camminata verso Vigo di Fassa (nella foto Zotta l’edizione 2016), aperta a tutti (con l’Arcivescovo Lauro Tisi e i collaboratori di Vita Trentina Avvenire). Alle 11.30 l’arrivo al santuario di Santa Giuliana nel 500° del suo altare. Alle 11.45 Angelus per le vocazioni. Alle 12 la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo. Seguirà alle 13.15 il pranzo campestre presso l’oratorio di Vigo di Fassa. Nel pomeriggio ci si sposta all’Oratorio di Pozza di Fassa per ascoltare, alle 17, la testimonianza di Lucia Borzaga sul missionario padre Mario Borzaga, martire in Laos: “Mio fratello, il beato Mario”; sarà presentata la biografia “Per le strade che avevo sognato” (Editrice Vita Trentina).