Salesiani in festa per San Giovanni Bosco. Messa con vescovo Lauro: “Serve una Chiesa amica del giovani. Voi ci evangelizzate”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

“Sull’esempio di San Giovanni Bosco, preghiamo per una Chiesa che sia amica dei giovani, i veri dimenticati di oggi, e attraverso di loro sia luogo d’incontro di volti gioiosi”. All’indomani della memoria liturgica del fondatore dei salesiani (31 gennaio) grande festa sabato 1 febbraio insieme all’arcivescovo Lauro Tisi per i circa trecento studenti dell’istituto salesiano Maria Ausiliatrice di Trento, docenti, educatori e genitori. Nell’omelia Monsignor Tisi ha invitato a non cedere alla narrazione dei giovani che spesso fanno gli adulti in chiave negativa. “Grazie ragazzi – ha detto loro don Lauro – perché ci evangelizzate mostrandoci qual è il vero regno di Dio: avere domande, avere sogni, essere anche disordinati ma mai sazi, cercare il volto degli altri, soccorrendo chi fa più fatica”. La mattinata di festa per don Bosco, culminata nella s. Messa, si era aperta con giochi e testimonianze.