Nuovo lutto per i frati cappuccini: addio a fra Emerico Senoner

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ancora un frate cappuccino scomparso, all’alba della Domenica delle Palme, ancora una croce sulla via del calvario che sta affrontando la comunità dei frati trentini.
E’ morto fra Emerico Senoner, 91 anni, al convento di Borgo Santa Caterina di Rovereto. Aveva contratto il coronavirus.

E’ il sesto frate cappuccino della Provincia ad andarsene dopo che la pandemia di Covid-19 ha colpito anche il Trentino.

Altoatesino d’origine (nato a Santa Caterina Valgardena), fu consacrato nel 1965: per tutta la vita fu questuante, prima ad Arco e poi a Rovereto, dove strinse un forte legame con la città della Quercia e con i parrocchiani; fra Emerico era anche storico sacrista della parrocchia di Santa Caterina.

L’arcivescovo Lauro si unisce al cordoglio di tutta la Diocesi per il difficile momento di prova che la comunità dei cappuccini sta attraversando.