Incontro in curia alla vigilia del patrono, con il “grazie” a don Covi e il benvenuto a don Telch, nuovo delegato

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tradizionale momento di incontro in Curia, nella mattinata di lunedì 24 giugno, per ricordare insieme il patrono San Vigilio e prima dei mesi estivi. L’arcivescovo Lauro, introdotto dal vicario don Saiani, ha salutato dipendenti e collaboratori spiegando i passaggi chiave della sua nuova Lettera alla comunitàCome goccia” (Vita Trentina Editrice), in distribuzione il giorno del patrono, mercoledì 26, al termine della Messa in cattedrale e allegata al prossimo numero del settimanale diocesano. Un saluto e un ringraziamento particolare è stato riservato a don Rolando Covi,  che lascia l’incarico di Delegato dell’Area Annuncio e Liturgia (in precedenza di segretario dell’Arcivescovo dal 2008 e, in seguito, responsabile della catechesi e della pastorale giovanile) per assumere quello di parroco a Rovereto-S. Maria del Monte Carmelo e in Vallarsa. Al suo posto nel ruolo di Delegato subentra don Tiziano Telch, che mantiene anche l’incarico di rettore del Seminario diocesano.

L’arcivescovo Lauro e il vicario don Saiani

L’arcivescovo Lauro con don Rolando Covi

Da sinistra don Telch e don Covi