Si celebra la Giornata per le Comunicazioni Sociali: nuovo sito per Vita Trentina. Diego Andreatta: “Questo sito per raccontarci buone storie”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si celebra domenica 24 maggio la 54° Giornata per le Comunicazioni Sociali avente per tema «Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria» (Es 10,2). La vita si fa storia (leggi qui il messaggio di Papa Francesco).

E proprio per quest’occasione Vita Trentina inaugura il suo nuovo portale web: abbandonando la precedente piattaforma, si approda su wordpress grazie alla collaborazione di IDS& Unitelm di Padova, l’azienda che realizza dal 1986 progetti informatici per parrocchie, diocesi e istituti religiosi. Il lavoro di riprogettazione è stato coordinato da Alberto Formaiano, produttore pubblicitario ed esperto di comunicazione web della redazione di Vita Trentina.

Cari lettori,

per arrivare in anticipo, col vestito buono, a quest’appuntamento di domenica 24 maggio abbiamo dedicato molte ore di lavoro redazionale nelle settimane di lockdown. Ci tenevamo a ripartire con un sito completamente rinnovato in coincidenza con questa 53° Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, voluta da Paolo VI come primo frutto del Vaticano II.

Vitatrentina.it aspira ad essere infatti un ambiente digitale ordinato ed accogliente. Per incontrare lettori fedeli e navigatori occasionali (approdati qui dalle rotte dei nostri social) e per favorire un dialogo quotidiano. Quello che nasce e si sviluppa nel reciproco racconto delle “buone storie” di cui parla papa Francesco nel suo splendido messaggio per questa Giornata. Storie di persone, di comunità e di popoli interi che ai cristiani ripropongono nell’oggi la storia della Salvezza, ma che a tutti evidenziano un esigente richiamo alla comune umanità.

Da oggi avrete qui gli aggiornamenti quotidiani dai redattori e dai corrispondenti in diocesi e nel mondo (i nostri missionari). Potrete confrontarvi con le “scelte di fondo” dei nostri opinionisti e le proposte dei curatori di rubrica. Soprattutto, potrete intervenire voi stessi per commentare, prendere posizione, segnalare e raccontare nuove storie. La sezione centrale,  “partecipazione”, è stata tutta costruita per un coinvolgimento attivo, per rendere più efficace e tempestivo lo scambio dentro la comunità di Vita Trentina, sollecitata anche con le “iniziative speciali”.

Ma vitatrentina.it si confermerà uno dei vostri “preferiti” per la disponibilità di video e podcast, per l’offerta di “dirette” non solo in ambito pastorale (già collaudate in tandem con il sito “gemello” diocesitn.it ), per il rinvio alla nostra edizione digitale sfogliabile e allo shop con i variegati prodotti editoriali della nostra editrice. Sarà insomma la pietra angolare di una costruzione editoriale sempre più attenta all’evoluzione digitale: ne abbiamo scoperto molte opportunità nel sofferto periodo di quarantena.

Non mi resta che ringraziare IDS&Unitelm (azienda specializzata da anni nello sviluppo di siti di diocesi, editrici e testate di area cattolica) per la collaborazione informatica a quest’ambizioso progetto illustrato anche sulla rivista. E augurarvi, insieme ad una buona domenica, anche la gioia di continuare a raccontarci “buone storie”.

Diego Andreatta