Dalla pandemia dell’infezione all’universalità della speranza. Rivedi la QUINTA ed ultima puntata di “Sospesi”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Nella pandemia, un soffio di speranza, evocando lo Spirito di Pentecoste e in ascolto del  grido dei poveri. E’ il cuore del messaggio della quinta ed ultima puntata di “Sospesi. Vivere al tempo del Coronavirus“, proposta diocesana di riflessione (a cura del Servizio Comunicazione)  inaugurata a fine aprile e conclusa nella serata di giovedì 28 maggio.

La tappa finale ha consentito di allargare i confini ben oltre la dimensione trentina, come recita il titolo “Dalla pandemia dell’infezione all’universalità della speranza”. Ospiti (coordinati da Piergiorgio Franceschini): don Costantino Malcotti, prete diocesano trentino collegato dal Ciad, dove opera dal 2011, e due giovani protagonisti negli anni scorsi dell’esperienza estiva in missione: Francesca Bridi, assistente sociale di Mattarello e Luca Bortuzzo, astrofisico di Rovereto.
La puntata è stata come sempre arricchita da una testimonianza legata all’emergenza sanitaria. In collegamento da Lima, capitale del Perù, hanno toccato il cuore dei telespettatori il volto e la voce di suor Esther Cusma, Provinciale delle Camilliane nel Paese sudamericano, per alcuni anni al S. Camillo di Trento.
https://www.youtube.com/watch?time_continue=1141&v=y6J0rGBaBms&feature=emb_title