“Carcere, la parrocchia più importante della Diocesi”. Il vescovo Lauro incontra i detenuti di Spini

Su Vita Trentina la cronaca e il rapporto sull'impegno della diocesi nella Casa circondariale
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’attenzione della Chiesa trentina al mondo del carcere ha avuto un’importante conferma nella visita compiuta nei giorni scorsi dall’arcivescovo Lauro alla casa circondariale di Spini di Gardolo. Monsignor Tisi, accompagnato dal cappellano del carcere (da poco più di di un anno) don Mauro Angeli. ha incontrato la nuova direttrice, Annarita Nuzzaci, ha visitato tutti i settori, fermandosi a parlare con i detenuti e con il personale. Don Lauro ha presieduto anche due s. Messe, rilanciando ai presenti parole di speranza alla luce del messaggio pasquale. Nell’omelia, don Lauro ha definito infatti il carcere “la parrocchia più importante della Diocesi”. “Voi – ha aggiunto –  potete essere un segno prezioso del regno di Dio, a cominciare da piccoli gesti di gentilezza che potete realizzare nel quotidiano, all’interno di questa comunità carceraria”. “Piccoli gesti – ha precisato – che possono essere il presupposto per iniziare un percorso positivo, perché il carcere posa funzionare è importante che ogni realtà collabori, riconoscimento dei ruoli, luogo un lavoro di rete essenziale per garantire una migliore vivibilità”.

“E stato un incontro molto positivo”, commenta don Mauro Angeli, cappellano in carcere da poco più di un anno (marzo 2018). ”Il fatto – prosegue – che il vescovo Lauro abbia visitato ogni sezione, parlando con tutti, detenuti e personale – polizia penitenziaria, ambito amministrativo e area “trattamentale” (che comprende l’ambito educativo, scolastico, sanitario, n.d.r.) – è stato un passaggio davvero costruttivo”. Attualmente nella Casa Circondariale sono 280 le persone detenute. La visita del vescovo in carcere è in linea con l’orientamento espresso dai vescovi del Triveneto che al tema carcere hanno dedicato la loro ultima riunione, martedì 14 maggio a Padova, incontrando i cappellani delle strutture detentive. QUI ARTICOLO  

ALLA VISITA DEL VESCOVO E ALL’ATTIVITA’ IN CARCERE DELLA DIOCESI DEDICA UNA PAGINA IL SETTIMANALE VITA TRENTINA.

Nella foto d’archivio una delle precedenti visite del vescovo Lauro al carcere di Spini