Cappuccini, dolore senza fine. Muore anche padre Giorgio Butterini

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

E’ una lista che purtroppo pare senza fine quella dei lutti nella famiglia religiosa dei cappuccini trentini a causa dell’epidemia. Nella notte si è spento all’ospedale di Cles padre Giorgio Butterini. Avrebbe raggiunto i 79 anni il 5 maggio. E’ il quarto frate cappuccino a morire in Trentino in pochi giorni, dopo fra Gianpietro Vignandel, fra Bernardo Maines e fra Feliciano Giovannini. L’arcivescovo Lauro rinnova “profonda vicinanza alla famiglia cappuccina per la grande prova a cui è sottoposta in queste drammatiche giornate” e conferma l’intensità della sua preghiera per tutte le vittime e per i loro famigliari.

Nativo di Condino, padre Giorgio Butterini, biblista, era attualmente superiore del convento di Terzolas, dopo essere stato priore (dal 2014) della badia di San Lorenzo a Trento.

Foto Zotta