Tag Archives: Vita consacrata trento

I consacrati della Chiesa trentina si interrogano sulla loro presenza. Vescovo Lauro: la luce nella Parola di Dio

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Sono venuti numerosi dalla città e dalle valli i consacrati residenti in Trentino per incontrare e dialogare con l’arcivescovo Lauro Tisi, nella mattinata di sabato 28 settembre. Un dialogo aperto, concreto e franco, per crescere nella conoscenza e comunione reciproca e poter così affrontare con nuova passione le sfide dell’evangelizzazione oggi.

Da parte loro i consacrati, attraverso le domande preparate dalla Segreteria CISM-USMI-CIIS e le reazioni in Assemblea, hanno chiesto a monsignor Tisi quale ruolo vede per la vita consacrata nelle zone pastorali, quale senso e posto essa può avere nei processi di discernimento che si vanno realizzando, quale contributo essa può offrire attivando processi che aiutino a superare visioni ancora troppo clericali per muoversi verso una vera sinodalità.

L’Arcivescovo ha colto questa occasione per illustrare quali “riforme” sono in atto oggi nella Diocesi – dal Tavolo per la tutela dei minori al Rapporto 2018 (anche con il bilancio economico); dalla riorganizzazione delle zone pastorali alla riforma della Curia diocesana – per invitare poi i consacrati a una reciproca fiducia e collaborazione, presentando esempi virtuosi di dialogo e di discernimento fatto insieme e richiamando a essere maggiormente presenti e attenti al fondamentale rapporto con le Istituzioni diocesane soprattutto nei momenti di scelta e di passaggio dei diversi Ordini e Istituti Religiosi.

Ai consacrati presenti sul territorio con la loro molteplicità di carismi l’Arcivescovo ha richiamato la necessità di trovare nella Parola di Dio la luce per i passi quotidiani, di vivere la gioia del Vangelo, di non farsi scoraggiare dal diminuire delle forze o dall’invecchiamento, di puntare sulla fraternità della vita comune, quale segno profetico che parla ancora oggi. (C.C.) 

Vita consacrata, al via nuovo anno pastorale con un ricco calendario di appuntamenti. Sabato 28 incontro con vescovo Lauro

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Consacrate e consacrati del Trentino, attualmente circa settecento, daranno il via sabato 28 settembre al loro anno pastorale, incontrando l’arcivescovo Lauro. Appuntamento, a partire dalle ore 9.00, presso l’Istituto Salesiano Maria Ausiliatrice di Trento in via Barbacovi, 22 ( possibilità di parcheggio). “Avremo modo – spiegano i responsabili degli organi di collegamento CISM (per religiosi), USMI (per le religiose) e CIIS (per gli istituti jsecolari) – di dialogare con lui sulla nostra presenza di consacrati nella Diocesi e sulle sfide che attendono la Chiesa nel nostro tempo e luogo di ‘missione’. Avremo modo anche di illustrare gli appuntamenti che vivremo insieme quest’anno, oltre che di incontrarci e conoscerci ancora di più, per una collaborazione sempre migliore”.

Ricco il calendario degli appuntamenti formativi predisposto in Diocesi.

Gli Istituti Religiosi maschili in Diocesi sono 18 in 32 comunità per un numero complessivo di circa 230; gli Istituti femminili 25 in 38 comunità per un numero di circa 360; gli Istituti secolari sono 7 con un centinaio circa di membri. La situazione è fluida ed è difficile dare dati precisi. La crisi vocazionale colpisce in modo rilevante anche i consacrati ma con qualche segnale incoraggiante come le tre giovani trentine che proprio in queste settimane hanno scelto di intraprendere un cammino in tre diversi Ordini religiosi. Due iniziano il postulato mentre una il noviziato. Tutte e tre le loro storie raccontano un percorso maturato all’interno delle loro comunità parrocchiali e nei gruppi di approfondimento vocazionale.

I consacrati hanno anche in Diocesi degli organi di collegamento che sono appunto CISM, USMI e CIIS. Il fine di questi organi, i cui membri rappresentativi sono stati eletti dai superiori delle comunità, è di esprimere e sviluppare la comunione che unisce gli Istituti religiosi, tra loro e con le diverse componenti della realtà ecclesiale, in vista di una risposta più piena alla vocazione e alla missione di ciascuno, per camminare insieme nella complementarità, nella collaborazione costruttiva, nella condivisione di problematiche e nella proposta di soluzioni.

Nella foto, religiosi all’ingresso della cattedrale di Trento.

In cattedrale la festa della vita consacrata. Vescovo Lauro: “Dono straordinario”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Il 2 febbraio ricorre, come ogni anno, la festa della Presentazione del Signore e in tutta la Chiesa si celebra la giornata della Vita Consacrata. In cattedrale a Trento, nel pomeriggio di sabato, la celebrazione di ringraziamento presieduta dall’Arcivescovo Mons. Lauro Tisi dal titolo “Consacrati e inviati”. 

Dal vescovo Lauro l’appello a preti, religiose, religiosi e laici consacrati a vivere la propria chiamata non come frutto di una scelta personale dai tratti eroici, ma come “dono straordinario di un Dio che viene a trovarti a casa”.

Alla celebrazione era presente anche l’arcivescovo emerito Luigi Bressan. Insieme a don Lauro hanno distribuito a tutti i presenti un piccolo rotolo di carta con una frase della Sacra Scrittura.

FOTOSERVIZIO  GIANNI ZOTTA

FOTOSERVIZIO GIANNI ZOTTA