Stava, 35 anni dopo. Messa in suffragio delle vittime domenica 19 con il vescovo Lauro Tisi. Diretta Tv e streaming

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Domenica 19 luglio ricorre il trentacinquesimo anniversario della catastrofe della Val di Stava. Il 19 luglio 1985 un fiume di fango e detriti, provocato dal crollo dei bacini di Prestavel, strappò alla vita 268 persone. Momento centrale e unico della commemorazione (a causa della misure legate all’emergenza sanitaria) sarà la Santa Messa in ricordo delle vittime, presieduta dall’arcivescovo di Trento Lauro Tisi, domenica 19 luglio alle 10 nel cimitero di San Leonardo. E’ prevista la diretta su Telepace nazionale e in streaming sui portali web diocesani QUI LINK e sul sito della Fondazione Stava 1985 (www.stava1985.it) e della Provincia Autonoma di Trento (che cura la produzione).

In relazione all’anniversario, monsignor Tisi ha rilasciato una breve intervista ai curatori del portale web dell’Unità pastorale della val di Fiemme. A trentacinque anni dalla tragedia, secondo Tisi “serve soprattutto silenzio, la forma più rispettosa di un dolore che il tempo non cancellerà mai e che resta scolpito per sempre nel cuore di tante, troppe famiglie dalle quali sono stati sradicati gli affetti più cari”. QUI INTERVISTA INTEGRALE  

In caso di maltempo la messa sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di Tesero.