L’Iraq attende Papa Francesco (5-8 marzo), per guardare oltre le ferite della guerra

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Sale l’attesa per il viaggio apostolico di Papa Francesco in Iraq dal 5 all’8 marzo prossimi. L’Iraq che attende Bergoglio è un Paese ancora profondamente ferito dalle guerre che hanno funestato la sua storia recente. Il Paese resta tra i primi Stati, a livello mondiale, per riserve di petrolio. Ma gran parte degli oltre 40 milioni di abitanti vive in povertà nonostante queste ingenti ricchezze. La visita del Papa può essere un’iniezione di fiducia e speranza. Vatican News esplora i molti significati dello storico viaggio: LEGGI TUTTO   

LEGGI ANCHE: Papa e cristiani in Iraq    

Nella foto (Ansa/Vatican News), l’attesa di Francesco a Baghdad. Sopra: Mosul devastata dalla guerra.