Il clima che vogliamo. Giovani (anche cattolici) in piazza per chiedere impegni concreti contro i cambiamenti climatici. Nel solco dell’enciclica Laudato Si’

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

(15 marzo) Anche Trento tra le 1769 piazze di 122 Paesi coinvolti nella manifestazione ambientalista FridaysForFuture (venerdì per il futuro), nata dall’iniziativa della sedicenne svedese Greta Thunberg che ha innescato un vero e proprio movimento mondiale. Almeno cinquemila studenti trentini, partendo dai più piccoli per arrivare agli universitari, ma anche molti adulti hanno invaso pacificamente la città dietro lo striscione  “La natura che resiste” (nelle foto il loro rumoroso e colorato passaggio in piazza Fiera). In Italia 208 i cortei previsti. Tra i ragazzi in piazza a chiedere impegni concreti contro i cambiamenti climatici molti – sottolineava oggi anche il quotidiano Avvenire – fanno riferimento alle più diverse realtà ecclesiali, frequentano parrocchie o scuole cattoliche. Il frutto di un lungo lavoro educativo che ha trovato un perno nell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco. «L’amore per la natura è nel nostro Dna» dice un capo scout. L’auspicio – declamano i giovani – è che questa sensibilità ecologica ora diventi anche azione con gesti quotidiani.

GUARDA VIDEO: