Covid, aria di rinascita nelle RSA. Alla San Bartolomeo di Trento e a Bezzecca, Messa con vescovo Lauro

bookmark
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Così come già accaduto in altre RSA della Provincia (più di recente la De Tschiderer nel capoluogo o la Casa di Riposo di Dro), l’arcivescovo Lauro ha presieduto nel pomeriggio di sabato 17 luglio una s. Messa nella Apsp San Bartolomeo, in via della Malpensada a Trento. Un momento intenso in memoria  delle vittime della pandemia ma anche un gioioso segnale di graduale ritorno alla normalità e di ritrovata speranza per anziani ospiti e familiari, alla presenza anche dell’assessora Segnana, della presidente di Upipa Michela Chiogna e dell’assessore comunale al bilancio Mariachiara Franzoia.

«Sono state versate tante lacrime – ha detto l’ arcivescovo – ma il nostro grazie va a tutte quelle persone che sono state vicine agli ospiti per mesi e mesi». L’Upipa ha inteso inaugurare così – anche in altre realtà si sono vissuti sabato momenti analoghi – un percorso di ritorno agli abbracci nelle Case di riposo, più di tutti provate da 16 mesi di isolamento. (foto Ufficio Stampa Pat)

Nel pomeriggio di domenica 18 luglio, nuova tappa di monsignor Tisi in una RSA, in particolare l’A.P.S.P. G. Cis di Bezzecca, a servizio della val di Ledro (foto sotto).