Tag Archives: diaconato permanente

Aldeno in festa per Fabrizio Peterlini, nuovo diacono permanente. Vescovo Lauro: “Il Vangelo ti chiede di osare!”

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall'arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 Fabrizio Peterlini el'arcivescovo Lauro Tisi durante la celebrazione Copyright foto Remo Mosna
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

“Fuggi dalla mediocrità, tieniti lontani dal “buon senso”, il Vangelo oggi ti chiede di osare, di andare oltre il convenzionale e il già visto.” Nella chiesa parrocchiale di Aldeno le parole dell’arcivescovo Lauro indicano la strada a Fabrizio Peterlini, 51 anni, pochi istanti prima della sua ordinazione diaconale, nella s. Messa di domenica 16 febbraio. Una comunità in festa (con tanto di banda coinvolta) per un fratello che ha deciso di rafforzare, nell’adesione al diaconato permanente, il suo servizio agli altri, dai poveri seguiti attraverso la Caritas ai giovani che accompagna da anni nel loro cammino, comprese le trasferte della GMG.

La s. Messa è stata concelebrata, oltre al parroco don Renato Tamanini e al responsabile della formazione dei diaconi permanenti monsignor Giulio Viviani, da don Italo Baldo e don Giampietro Baldo, nonché degli ex parroci don Bruno Bombarda e don Roberto Lucchi che Fabrizio ha quasi sempre servito all’altare durante le celebrazioni. Presenti anche alcune suore di San Camillo che prestano servizio nell’omonimo ospedale dove Fabrizio lavora da più di trent’anni come usciere. Non sono mancati gli amici diaconi (una ventina i presenti) disposti nei primi banchi mentre sul lato opposto spazio ai familiari e parenti: i genitori di Fabrizio, mamma Marina, papà Erminio e la sorella Lorella.

“Caro Fabrizio – sottolinea in un altro passaggio dell’omelia monsignor Tisi prima di imporre su di lui le mani – questa sapienza ti viene donata nell’ordinazione diaconale, essa ha i lineamenti di Cristo Servo. Lascia che lo Spirito Santo riproduca in te i suoi lineamenti, come fa il vasaio. Creta è la tua umanità, con la tua sensibilità per i poveri, il carattere gioviale, l’amore per la famiglia e la comunità di Aldeno, come pure le tue paure, le tue preoccupazioni ansie e fragilità. Nulla di ciò che sei è da buttare, tutto, perfino il peccato, nelle mani dello Spirito Santo diventa grazia e dono. (Ha collaborato Gino Micheli)

TESTO INTEGRALE OMELIA 

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall'arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 Fabrizio Peterlini durante la celebrazione sotto lo sguardo dei genitori a sx Copyright foto Remo Mosna

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall’arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 Fabrizio Peterlini durante la celebrazione sotto lo sguardo dei genitori a sx Copyright foto Remo Mosna

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall'arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 da sx Don Renato Tamanini Fabrizio Peterlini e l'arcivescovo Lauro Tisi durante la messa Copyright foto Remo Mosna

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall’arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 da sx Don Renato Tamanini Fabrizio Peterlini e l’arcivescovo Lauro Tisi durante la messa Copyright foto Remo Mosna

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall'arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 Fabrizio all'uscita dalla chiesa accolto dalla banda di Aldeno e si mette a suonare i piatti sotto lo sguardo dell'arcivescovo Lauro Copyright foto Remo Mosna

FABRIZIO PETERLINI ordinato Diacono dall’arcivescovo Lauro Tisi chiesa San Modesto ad Aldeno 16-02-2020 Fabrizio all’uscita dalla chiesa accolto dalla banda di Aldeno e si mette a suonare i piatti sotto lo sguardo dell’arcivescovo Lauro Copyright foto Remo Mosna

 

 

Primiero in festa per Alessandro Chiopris: domenica a Fiera sarà ordinato diacono permanente dall’arcivescovo Lauro

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Comunità cristiane di Primiero e Vanoi in festa per l’ordinazione del diacono permanente Alessandro Chiopris, domenica 26 maggio alle ore 16 nella chiesa arcipretale di Fiera di Primiero, per mano dell’arcivescovo di Trento Lauro Tisi.

Chiopris è originario di Gorizia, dove è nato nel 1973, ma da venticinque vive anni in Primiero, sposato con Sara e con un figlio, Alessio, appena diciottenne. Alessandro lavora come sacrista a Fiera di Primiero ed è operatore pastorale, catechista e ministro straordinario della comunione; ha frequentato la Scuola diocesana di formazione teologica e altri corsi presso lo STAT, Studio Teologico Accademico. Ha iniziato il suo percorso verso il diaconato nel 2014, seguito da don Giulio Viviani, responsabile dei diaconi permanenti che con Chiopris salgono a 28. l’ultima ordinazione nel febbraio scorso: Fabio  Chiari, fisioterapista di Volano, sposato con due figli.

L’ordinazione è stata preceduta da una serie di incontri che si sono svolti nelle varie parrocchie primierotte ed avverrà nei giorni di festa per la Madonna dell’Aiuto, culto a cui le comunità locali sono molto legate. Sabato 25 maggio si svolgerà la processione votiva con il rinnovo alle ore 20 presso la Chiesa della Madonna dell’Aiuto del voto e la processione fino alla chiesa arcipretale con una speciale preghiera per Alessandro e la sua famiglia. Domenica 26 maggio ad ore 16 presso la Chiesa Arcipretale di Pieve l’ordinazione diaconale di Chiopris con l’imposizione delle mani e la preghiera di ordinazione da parte del vescovo Lauro. La festa continuerà, poi, presso l’Oratorio di Pieve. Martedì 28 maggio ad ore 20, festa della Beata Maria Serafina, verrà celebrata nella chiesa di Imer una Messa di ringraziamento per l’ordinazione diaconale di Alessandro.

Alessandro con la moglie Sara e il figlio Alessio

Ordinato Fabio Chiari, il fisioterapista di Volano è diacono

Don Lauro: “Lasciati amare, solo così potrai amare e servire”
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Grande festa nella comunità di Volano per l’ordinazione del diacono permanente Fabio Chiari, marito e padre di due figli, di professione fisioterapista, avvenuta nella mattinata di domenica 3 febbraio nella chiesa parrocchiale del paese lagarino per mano dall’arcivescovo Lauro.

Nell’omelia, mons, Tisi ha invitato Fabio, e tutti i presenti (in prima fila la moglie Sonia e i due figli)  a prendere atto di un Dio che “non ha imbarazzo a passare dalla ‘porta di servizio’, la trova pienamente confacente al suo modo di procedere. E’ tipico del nostro Dio, dare spazio, ritrarsi per lasciare campo. Quanto abbiamo bisogno di tenere gli occhi e il cuore fissi sulla sorprendente umanità di Gesù, in un’ora della storia dove non è per nulla scontato, nemmeno nelle mura ecclesiali, ritenere cosa buona servire, prendersi cura, accogliere”

Abiti in te il Cristo, caro Fabio. Con la tua vita,mostra che “l’amore vince l’odio, la vendetta viene disarmata dal perdono, il dialogo non ha alternative, la speranza è irriducibile. Regalati spazi prolungati di preghiera e ascolto della Parola. Mostra con la tua vita che il silenzio e l’orazione, prima di essere atteggiamenti religiosi, sono un bisogno umano. Lasciati amare, solo così potrai amare e servireBuon Cammino”

IN ALLEGATO TESTO INTEGRALE OMELIA

FOTO ZOTTA

Domenica 3 febbraio a Volano Fabio Chiari, sposato con 2 figli, sarà ordinato diacono permanente dall’arcivescovo Lauro

“Mi sento amato da Dio. Con Lui e per Lui la vita è più bella” 
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La Chiesa di Trento potrà contare su un nuovo diacono permanente. Si tratta di Fabio Chiari, bresciano di Leno, 51 anni, da diciannove sposato con Sonia, due figli di 14 e 11 anni. L’ordinazione diaconale, per mano dell’arcivescovo Lauro, avverrà domani, domenica 3 febbraio alle ore 10.00 nella chiesa parrocchiale di Volano, dove la famiglia Chiari vive da dieci anni, dopo aver trascorso un periodo prima ad Avio e poi a Villazzano. Soltanto due settimane fa, don Lauro aveva imposto le mani su Devis Bamhakl, 46enne incamminato sulla strada del sacerdozio dopo aver lavorato per vent’anni nella Polizia di Stato.  

Il lavoro di Fabio, invece, è quello del massofisioterapista. Molto diversa anche la sua vocazione, visto che da diacono “permanente”, andrà a svolgere un servizio nella Chiesa mantenendo tutti i suoi impegni abituali.  “La mia storia? Direi piuttosto la storia di Dio con me”, ci tiene a precisare Fabio, da sempre attivo nella comunità parrocchiale. “Attraverso alcune persone che ho incontrato – spiega –mi sono sentito guardato da Dio, Lui si è chinato su di me, mi sono sentito amato”.  È seguito il percorso di studi presso la Scuola di Formazione Teologica del Seminario, sotto lo sguardo attento di mons. Giulio Viviani, responsabile dei diaconi permanenti. “Ho cercato di capire sempre meglio se questa era davvero una chiamata del Signore, che coinvolgeva non solo la mia persona ma anche mia moglie e i nostri figli, senza il sostegno dei quali non avrei potuto proseguire”. Per Fabio si apre da domani una nuova prospettiva: sposo e padre, ma anche diacono che vive e lavora immerso nel mondo. Con un grande desiderio: “Mostrare che si può amare Gesù Cristo e vivere con Lui e per Lui. Questo – dice convinto – rende la vita più bella, più grande, più felice. L’impegno che il diaconato richiede sarà di servizio alla Chiesa, secondo le indicazioni del nostro Vescovo. Ma sarà soprattutto – conclude – il mio tentativo di risposta al Suo grande amore”. 

Con Fabio Chiari salirà a 28 il numero dei diaconi permanenti attivi nella Diocesi di Trento.