Migranti. Papa Francesco a Sacrofano:”Cristo ci liberi dalla paura di incontrarlo nei poveri e nei migranti”

Anche delegazione trentina per meeting di Migrantes, Caritas e Astalli
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
“Dovremmo cominciare a ringraziare chi ci dà l’occasione di questo incontro, ossia gli altri che bussano alle nostre porte, offrendoci la possibilità di superare le nostre paure per incontrare, accogliere e assistere Gesù in persona”.  Lo ha affermato Papa Francesco nell’omelia della Santa Messa al Meeting “Liberi dalla paura” di Sacrofano, promosso e organizzato dalla Fondazione Migrantes della Cei, dalla Caritas italiana e dal Centro Astalli. Una “tre giorni” che – dal 15 al 17 febbraio – che ha riunito parrocchie, associazioni, famiglie ospitanti, volontari e altre realtà impegnate a vario titolo nell’accoglienza e nell’integrazione dei migranti.

“Chi ha avuto la forza di lasciarsi liberare dalla paura, – ha concluso il Papa – chi ha sperimentato la gioia di questo incontro è chiamato oggi ad annunciarlo sui tetti, apertamente, per aiutare altri a fare lo stesso, predisponendosi all’incontro con Cristo e la sua salvezza”.

Della delegazione trentina presente a Sacrofano facevano parte Mons. Luigi Bressan, Presidente della Commissione migrantes delle chiese del Nord Est; Suor Agnès Kpodzro delle Suore Canossiane di Trento, rappresentante della diocesi alla Commissione migrantes delle chiese del Nord Est; Elisabetta e Lorena del Centro Astalli, Trento; padre Silvano (comunità padri Dehoniani, uno degli Istituti religiosi che fanno concretamente accoglienza)