Domenica 21 novembre la 36ma Giornata Mondiale della Gioventù. Papa Francesco: “Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto”

bookmark

Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto!” (cfr. At 26,16) è il titolo del Messaggio di papa Francesco in occasione della 36ma Giornata Mondiale della Gioventù, che quest’anno, per la prima volta,  viene celebrata a livello diocesano nella Solennità di Cristo Re domenica 21 novembre.

Seguendo i passi di San Paolo, che da persecutore diventa testimone, il Papa (qui trovi il messaggio) invita ogni giovane ad entrare in dialogo con Dio: “Mi auguro che ogni giovane, dal profondo del suo cuore, arrivi a porre questa domanda: “Chi sei, o Signore?”

Francesco offre ai giovani anche alcune indicazioni concrete su come “alzarsi” e “diventare testimoni”, e li invita a farsi nei confronti dei tanti coetanei che incontrano “sulle ‘vie di Damasco’ del nostro tempo”, tra le quali: “Alzati e testimonia l’amore e il rispetto che è possibile instaurare nelle relazioni umane”; “Alzati e difendi la giustizia sociale”; “Alzati e testimonia il nuovo sguardo che ti fa vedere il creato con occhi pieni di meraviglia”; “Alzati e testimonia che le esistenze fallite possono essere ricostruite”,… per chiudere con un forte invito a farsi missionari nei propri ambienti di vita: “Alzati e testimonia con gioia che Cristo vive! Diffondi il suo messaggio di amore e salvezza tra i tuoi coetanei, a scuola, all’università, nel lavoro, nel mondo digitale, ovunque.” Perché – aggiunge il Papa – “il Signore, la Chiesa, il Papa, si fidano di voi”.