Addio a don Alberto Carotta, una vita per la musica sacra

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si è spenta la “voce” inconfondibile della cattedrale di Trento. All’alba di martedì 21 luglio è deceduto all’ospedale S. Chiara monsignor Alberto Carotta. Aveva 87 anni. Era ricoverato da alcuni giorni. Nel suo ministero spiccano l’impegno accanto ai confratelli sacerdoti e la straordinaria dedizione per la musica sacra. Nato a Pedemonte (provincia di Vicenza, fino al 1964 territorio della Diocesi di Trento), venne ordinato presbitero nel 1957 a Trento. Si formò all’Accademia di S.Cecilia  a Roma (1957-1962), divenendo quindi direttore della Scuola di musica sacra (1963-2011), professore in Seminario (1963-2007) e cappellano corale dal 1967. Fu anche rettore dell’Annunziata (1976-1989), vicario episcopale per il clero (1989-2009), incaricato per i sacerdoti anziani e ammalati (2009-2018), dal 2013 al 2018 presidente della Casa del Clero. Era canonico onorario della cattedrale. Il funerale sarà in cattedrale a Trento giovedì 23 luglio alle ore 10.00. La salma verrà poi portata al paese natale, Pedemonte, per una seconda Messa funebre. Entrambe le liturgie saranno presiedute dall’arcivescovo di Trento, Lauro Tisi.

QUI il ricordo di vitatrentina.it