Tag Archives: dialogo cristiano-islamico

Giornata del dialogo cristiano-islamico. A Trento all’oratorio dei Solteri incontro a partire dal documento di Abu Dhabi sulla fratellanza umana universale

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Importanti riflessi trentini della Giornata del dialogo cristiano-islamico sul tema “Fratellanza umana, per la pace mondiale e la convivenza comune”, celebrata domenica 27 ottobre.

Chiesa cattolica e comunità islamiche attive localmente hanno promosso un incontro pubblico venerdì 8 novembre a Trento all’oratorio dei Solteri (via dei Solteri, 40).

Si è riflettuto a partire dal Documento sulla Fratellanza Umana per la pace mondiale e la convivenza comune, sottoscritto lo scorso febbraio da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, in occasione del viaggio di Bergoglio negli Emirati Arabi.

Il professor Alberto Conci ha aperto la serata con una introduzione sul Documento, a cui è seguito un confronto tra i rappresentanti delle due comunità cristiana e musulmana, con proposte concrete per sviluppare occasioni di dialogo. Don Cristiano Bettega, delegato del vescovo Lauro per il dialogo interreligioso, guidava  la delegazione cattolica; sull’altro versante l’Imam Aboulkheir Breigheche e i responsabili di altre comunità islamiche presenti in Trentino. Al dialogo è seguita una preghiera condivisa e un momento finale di convivialità.

Una prima iniziativa locale, in relazione alla Giornata, si è già concretizzata nella mattinata dello scorso 29 ottobre, durante l’assemblea degli studenti dell’Istituto “Martini” di Mezzolombardo. Don Bettega e il giovane di origine marocchina Zakaria El Koura (laureato in fisica all’Università di Trento e rappresentante della comunità islamica delle valli del Noce) hanno dialogato a lungo con i ragazzi sulla sfida della convivenza tra religioni diverse.

La Giornata per il dialogo cristiano-islamico, nata nel 2001 in seguito ai tragici eventi dell’11 settembre, ha rilanciato nel tempo la necessità di un dialogo sempre più approfondito, in grado di dissipare paure e rimontanti sentimenti xenofobi, prevenendo violenze e radicalizzazioni.

“Come si può intuire – spiega don Bettega –, abbiamo deciso per quest’anno di vivere la Giornata non in una sede istituzionale, ma in due diversi luoghi, dove cristiani e musulmani convivono nella quotidianità: una scuola e il territorio di una parrocchia di città. L’intenzione è quella di inventare proposte per continuare su questa strada: per continuare a riscoprire quanto il dialogo sia arricchente”.

Giornata del dialogo cristiano-islamico: venerdì 8 novembre a Trento all’oratorio dei Solteri (20.30) incontro a partire dal documento di Abu Dhabi sulla fratellanza umana universale

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Importanti riflessi trentini della Giornata del dialogo cristiano-islamico sul tema “Fratellanza umana, per la pace mondiale e la convivenza comune”, celebrata domenica 27 ottobre.

Chiesa cattolica e comunità islamiche attive localmente hanno promosso un incontro pubblico venerdì 8 novembre, alle ore 20.30 a Trento all’oratorio dei Solteri (via dei Solteri, 40).

Si rifletterà a partire dal Documento sulla Fratellanza Umana per la pace mondiale e la convivenza comune, sottoscritto lo scorso febbraio da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb, in occasione del viaggio di Bergoglio negli Emirati Arabi.

Il professor Alberto Conci aprirà la serata con una introduzione sul Documento, a cui seguirà un confronto tra i rappresentanti delle due comunità cristiana e musulmana, con proposte concrete per sviluppare occasioni di dialogo. Don Cristiano Bettega, delegato del vescovo Lauro per il dialogo interreligioso, guiderà la delegazione cattolica; sull’altro versante l’Imam Aboulkheir Breigheche e i responsabili di altre comunità islamiche presenti in Trentino. Al dialogo farà seguito una preghiera condivisa e un momento finale di convivialità.

Una prima iniziativa locale, in relazione alla Giornata, si è già concretizzata nella mattinata dello scorso 29 ottobre, durante l’assemblea degli studenti dell’Istituto “Martini” di Mezzolombardo. Don Bettega e il giovane di origine marocchina Zakaria El Koura (laureato in fisica all’Università di Trento e rappresentante della comunità islamica delle valli del Noce) hanno dialogato a lungo con i ragazzi sulla sfida della convivenza tra religioni diverse.

La Giornata per il dialogo cristiano-islamico, nata nel 2001 in seguito ai tragici eventi dell’11 settembre, ha rilanciato nel tempo la necessità di un dialogo sempre più approfondito, in grado di dissipare paure e rimontanti sentimenti xenofobi, prevenendo violenze e radicalizzazioni.

“Come si può intuire – spiega don Bettega –, abbiamo deciso per quest’anno di vivere la Giornata non in una sede istituzionale, ma in due diversi luoghi, dove cristiani e musulmani convivono nella quotidianità: una scuola e il territorio di una parrocchia di città. L’intenzione è quella di inventare proposte per continuare su questa strada: per continuare a riscoprire quanto il dialogo sia arricchente”.

A Trento la Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico

Oggi alle ore 20.00 delegazione della Diocesi al centro islamico di Gardolo
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Vi è anche un’eco trentina della XVII Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico che si è celebrata in tutta Italia il 27 ottobre. La data richiama il 27 ottobre 1986, quando papa Giovanni Paolo II convocò ad Assisi la prima Giornata mondiale di preghiera per la pace, a cui aderirono esponenti di tutte le religioni.

“Nessuna preghiera è illegale”, è il motto scelto quest’anno. In Trentino, la giornata si è sempre vissuta con incontri promossi in alternanza da cristiani e islamici. Quest’anno sarà la comunità islamica ad ospitare oggi , mercoledì 7 novembre alle ore 20.00 al Centro islamico di via Soprasasso a Gardolo una delegazione della Chiesa trentina guidata da don Cristiano Bettega, già direttore dell’Ufficio Ecumenico della Conferenza episcopale italiana e nuovo Delegato per l’Area Testimonianza della Diocesi di Trento, comprendente anche l’ambito ecumenico e del dialogo interreligioso.

La struttura dell’incontro prevede un discorso di benvenuto e introduzione da parte dell’imam Aboulkheir Breigheche e di don Bettega, a cui seguiranno alcune testimonianze di esperienze di dialogo e collaborazione tra musulmani e cristiani. Per parte cristiano/cattolica saranno presenti anche il parroco di Gardolo, don Claudio Ferrari e alcuni giovani del Centro Astalli, sia operatori sia ospiti, che ben rappresentano il dialogo interreligioso nella concretezza quotidiana. Al termine delle testimonianze, un momento di convivialità.

Alla Giornata aderiscono anche le chiese protestanti. “Un’occasione per proseguire e consolidare la conoscenza reciproca, la riflessione e l’impegno comune su diversi temi che interrogano le coscienze come cittadini e come credenti”, spiega il valdese Pawel Gajewski, coordinatore della Commissione dialogo della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei).

Nella foto il Tavolo Locale delle Appartenenze Religiose attivo in Trentino dal 2001