“Siamo tutti discepoli del Risorto”. Gli auguri fraterni dell’arcivescovo Lauro per la Pasqua ortodossa

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

I fedeli delle Chiese ortodosse celebrano la Pasqua domenica 2 maggio. Alla comunità ortodossa del Trentino rivolge un accorato augurio l’arcivescovo Lauro, a nome di tutta la Diocesi trentina: “Nel protrarsi di quest’ora così difficile – scrive l’Arcivescovo -, ci sostiene la forza della Vita nuova che il Signore Gesù ha inaugurato con la sua gloriosa Risurrezione; volti e occhi che incrociano le nostre strade, al di là dell’appartenenza di fede, manifestano sempre più il desiderio di incontrare i tratti e lo sguardo radioso del Vivente. Siamo grati per la nostra comune vocazione di discepoli del Risorto: è un dono splendido quanto fragile, del quale avvertiamo un bisogno diffuso, come dell’aria che respiriamo”.

“Come cristiani di diverse Chiese ma che guardano all’unico Cristo, siamo consapevoli – aggiunge don Lauro – di quanto sia decisiva la nostra testimonianza di fraternità, nel tessuto della società trentina. E vi ringrazio, carissime e carissimi, per la bella testimonianza di fede e di attaccamento ai valori cristiani che state diffondendo nelle nostre città e nelle nostre valli. Che il Signore risorto ci benedica tutti e ci faccia gustare sempre in modo più intenso la bellezza della comunione con Lui e tra noi. Cristo è veramente risorto: buona Pasqua!