Restauro interno della cattedrale di San Vigilio, appaltati gli ultimi lotti alla ditta Lares di Venezia. Lavori al via in estate

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Appaltati gli ultimi lotti dei lavori di restauro della cattedrale di Trento. All’esito della quarta seduta pubblica di gara, i lavori sono stati aggiudicati lo scorso 29 maggio alla ditta LARES Lavori di restauro Srl di Venezia, che già aveva condotto a termine la prima fase di interventi sulla navata nord, conclusi nell’estate 2018.

Ora si prosegue con gli altri due lotti del restauro conservativo sul paramento lapideo interno, relativamente alle navate centrale e sud, al transetto, al tiburio, al coro e all’abside della cattedrale di San Vigilio.

La gara ad invito, conclusasi la scorsa settimana, è stata esperita con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Alla gara hanno partecipato operatori economici del territorio ed operatori extra regionali, tutti abilitati all’esecuzione dell’intervento. L’importo totale dei lavori offerto dalla ditta LARES è risultato pari ad euro 2.031.156.34, di cui euro 523.073.74 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. I lavori dovrebbero prendere il via nel corso della prossima estate e la durata dell’intervento, molto impegnativo ed esteso, è prevista di due anni.

L’intervento aggiudicato comprende i lavori dei lotti conclusivi (lotti 2 e 3) dell’intervento di restauro interno della Cattedrale di Trento autorizzato nel 2014 con le Determinazioni 903/2014 e 904/2014 della Soprintendenza Beni Culturali della PAT. L’intervento è stato ammesso a finanziamento da parte della PAT, per un importo complessivo pari ad Euro 5.781.435.64. Il finanziamento provinciale ammonta al 75% di tale importo.