Papa Francesco: “Quante ipocrisie distruggono la Chiesa! Tanti cristiani solo turisti di catacombe”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

(mercoledì 21 agosto) La “vera conversione” arriva “alle tasche”: un cuore davvero toccato dal Signore “è generoso con gli altri” e “aiuta i più deboli”. E’ una delle riflessioni offerte da Papa Francesco nel corso dell’odierna Udienza generale, in aula Paolo VI. Parlando a braccio, nel solco delle catechesi dedicate agli Atti degli Apostoli, il Pontefice precisa che un’autentica conversione non può limitarsi alle parole. Ed ha poi aggiunto: “Chi si comporta così transita nella Chiesa come un turista – ma ci sono tanti turisti nella Chiesa che sono sempre di passaggio, ma mai entrano nella Chiesa –: è il turismo spirituale che fa credere loro di essere cristiani, mentre sono soltanto turisti delle catacombe. (…) Una vita impostata solo sul trarre profitto e vantaggio dalle situazioni a scapito degli altri, provoca inevitabilmente la morte interiore. E quante persone si dicono vicine alla Chiesa, amici dei preti, dei vescovi mentre soltanto cercano il loro interesse. Queste sono le ipocrisie che distruggono la Chiesa”.

LEGGI TUTTO DA VATICAN NEWS

(da cui è tratta anche la foto)