Giornata Rifugiato, anche la Diocesi di Trento sostiene la marcia “Restiamo umani” con John Mpaliza

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

In occasione della Giornata Mondiale del rifugiato (ONU) del 20 giugno, anche la Diocesi di Trento – attraverso i Servizi di Pastorale Missionaria e Pastorale dei Migranti e accanto all’associazione ACCRI – sostiene e promuove l’iniziativa “Restiamo umani” lanciata dall’attivista John Mpaliza e condivisa da diverse realtà trentine. Si tratta di una marcia che, partendo da Trento, intende raggiungere Roma, con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del razzismo e per abbattere i muri dell’indifferenza.

La partenza è prevista giovedì dal parco S. Chiara di Trento giovedì 20 alle ore 18, dopo un momento musicale. La prima tappa sarà fino a Mattarello. In seguito, ogni giorno la marcia sarà accompagnata da gruppi locali fino a raggiungere Roma, dove l’arrivo è previsto il 19 ottobre.

“John – spiegano i promotori in Diocesi – chiede semplicemente di camminare con lui e i comitati a lui collegati organizzeranno ad ogni tappa un incontro e attività di sensibilizzazione. Per quanti si riconoscono nei valori che stanno alla base dell’iniziativa, l’invito è dunque quello di iniziare col piede giusto, accompagnando John fino a Mattarello nella serata del 20 giugno”.

La Chiesa celebrerà la Giornata del migrante e del rifugiato domenica 29 settembre. Ecco il messaggio di papa Francesco 

Nella foto Zotta John Mpaliza davanti alla Campana dei caduti di Rovereto