Facoltà di Diritto Canonico S. Pio X di Venezia, al via l’anno accademico

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La Facoltà S. Pio X, eretta nel 2008 e con sede nel complesso della Salute a Venezia, è promossa dal Patriarcato di Venezia ed è sostenuta dalle Diocesi della Conferenza Episcopale Triveneto: è pronta a ripartire, da fine settembre, anche con lezioni e incontri “in presenza” con aule, biblioteca e spazi comuni organizzati secondo le normative di prevenzione richieste. Come tante altre realtà del genere ha risentito degli effetti del lockdown e della pandemia Covid-19, ma anche nei momenti più difficili in realtà non si è quasi mai fermata: «Abbiamo potuto svolgere regolarmente le attività didattiche e gli esami della Facoltà – racconta il preside don Benedict Ndubueze Ejeh – attivando, in accordo con le norme dettate dalla Santa Sede, un programma di insegnamento online che ha garantito la necessaria interazione in tempo reale tra docenti e studenti. Anche adesso i nostri studenti stranieri che non riusciranno a rientrare a Venezia per l’inizio delle lezioni potranno continuare a seguirle in tal modo.

Sono oltre 120 gli studenti attualmente iscritti alla facoltà con sede nel complesso della Salute: 66 al ciclo di licenza (di cui 37 stranieri) e 63 al ciclo di dottorato (di cui 29 stranieri); poco meno di una ventina sono ad oggi i neoiscritti al primo anno. Circa l’80% degli allievi è costituito da sacerdoti, provenienti da Chiese del Nord Italia ma anche di tanti Paesi del mondo e in particolare da terre di missione (vi sono studenti che giungono da Europa dell’Est, Africa, Asia e Americhe), ma non mancano anche religiosi/e ed alcuni laici che approfondiscono, spesso per motivi professionali o di servizio, tale ambito giuridico.

Il via al nuovo anno della facoltà di Diritto canonico avverrà ufficialmente con la lectio inauguralis di mercoledì 30 settembre.