Cattedra del Confronto, lunedì 18 Patton-Mokrani sulla mitezza

A Trento, Sala della Cooperazione ore 20.45
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Secondo appuntamento alla Cattedra del Confronto, quest’anno dedicata alle sfide della convivenza. Lunedì 18 marzo, a Trento alla Sala della Cooperazione, dialogheranno attorno alla parola “mitezza” il francescano trentino padre Francesco Patton, Custode di Terra Santa e il teologo islamico Adnane Mokrani. L’appuntamento è alle ore 20.45.

La Cattedra del Confronto, promossa dall’Area Cultura della Diocesi di Trento, con la collaborazione di alcuni docenti dell’ateneo trentino, è iniziata lunedì 11 marzo con la parola “umiltà” (a confronto la teologa Stella Morra con la pedagogista Luigina Mortari) e lunedì 25 marzo con il tema “purezza”: ne parleranno Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma e il teologo Marcello Neri.

Fra Francesco Patton 

Fra Francesco Patton

È nato a Trento nel 1963 e appartiene attualmente alla Provincia di S. Antonio dei Frati Minori (Nord Italia). Prima professione nel 1983, professione solenne nel 1986 e ordinazione presbiterale nel 1989. Nel 1993 ha conseguito la Licenza in Scienze della Comunicazione Sociale presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma. Ha svolto diversi servizi all’interno della sua Provincia di origine (Provincia Tridentina di san Vigilio) e dell’Ordine: due volte Segretario dei Capitoli generali OFM (2003 e 2009), visitatore generale nel 2003-2004, presidente della Conferenza dei Ministri provinciali d’Italia e Albania (COMPI) dal 2010 al 2013 e ministro provinciale della Provincia “S. Vigilio” di Trento dal 2008 al 2016. Dal 2016 è Custode di Terra Santa

Adnane Mokrani 

Adnane Mokrani

È nato nel 1966 a Tunisi, è teologo di religione musulmana impegnato nel dialogo interreligioso. Ha conseguito il PhD in Teologia islamica dell’Università di Alzaytuna (Tunisi 1997) e il PhD
in Relazioni Musulmane Cristiane dal Pontificio Istituto di Studi Arabi e Islamici (Roma 2005) dove è docente associato e insieme è aggregato presso la Pontificia Università
Gregoriana. È autore di articoli. Nel 2010 ha pubblicato il libro Leggere il Corano a Roma che offre una prospettiva nuova al tema attale e delicato dell’incontro tra cultura musulmana e
cultura cristiana.