A Tonadico una strada sarà intitolata a Chiara Lubich. Verso la conclusione la Mariapoli Europea 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

A Tonadico sabato 10 agosto alle ore 9.30, alla presenza di Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari e dell’arcivescovo di Trento Lauro Tisi verrà intitolata dalle autorità locali una strada a Chiara LubichSorge proprio in questa via “Baita Paradiso”, una piccola e semplice casa offerta nel 1949 a Chiara Lubich da una parente di una delle sue prime compagne. È qui che la fondatrice dei Focolari visse nell’estate di quell’anno un particolare momento di comprensione dell’Opera che stava nascendo, conosciuto in seguito come “Paradiso ‘49”.

Seguiranno altri tre momenti che concluderanno questa prima edizione della Mariapoli Europea 2019.

Ecco il programma dettagliato:

Sabato 10 agosto
Ore 9.30: Intitolazione via Chiara Lubich a Tonadico:

Intervento del Sindaco dott. Daniele Depaoli
Intervento di Maria Voce, Presidente del Movimento dei Focolari
Scoprimento della targa e benedizione dell’arcivescovo di Trento, mons. Lauro Tisi.
Conclude l’assessore Francesca Franceschi

Ore 11.00: Santa Messa nella Pieve di Fiera di Primiero. Celebra l’arcivescovo Mons. Lauro Tisi. Al termine della funzione sarà esplicitato l’impegno dei partecipanti a vivere la fraternità universale attraverso queste parole: “Desideriamo operare: affinché le capacità e i valori delle nostre comunità siano messi al servizio di tutte le altre; affinché cresca il rispetto tra gli Stati fino a divenire amore reciproco e ovunque se ne possano sperimentare i frutti: la pace e la giustizia sociale, la condivisione dei beni materiali, intellettuali e spirituali, l’attenzione verso gli ultimi, la cura integrale del pianeta.”

Ore 15.30 – 18.00: Conclusione della Mariapoli Europea 2019, aperta alla cittadinanza, presso l’Auditorium del Primiero con la presenza di Maria Voce.

Ore 18.00-19.00: Segue un momento di festa della Mariapoli.

La Mariapoli (Città di Maria), è un raduno in cui le persone che abitano questa “città temporanea” cercano di costruire un nuovo tipo di società basata sulla fraternità e il rispetto reciproco. È una vacanza originale aperta a persone di tutte le fedi, estrazioni sociali e culture.
La prima Mariapoli è nata nella valle di Primiero (Dolomiti, Italia) negli anni successivi alla Seconda guerra mondiale.