Tag Archives: ACLI DIOCESI DI TRENTO

Donne e agricoltura per la terra trentina, concluso concorso Acli-Diocesi

Premiate tre donne su diciassette partecipati. Vescovo Lauro loda intuito femminile "capace di futuro"
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si è conclusa lunedì 11 novembre al Vigilianum con la cerimonia di premiazione la prima edizione del concorso “Donne e agricoltura per la nostra erra trentina“, nato da un’idea del Coordinamento Donne delle Acli Trentine condivisa subito dall’Arcidiocesi di Trento – come ha evidenziato don Cristiano Bettega nel clima della Giornata del Ringraziamento – e portata avanti da un gruppo di lavoro composto anche da Fondazione Edmund Mach, Centro Servizi Volontariato Trentino, Acli Terra e Fap Acli. Obiettivo: promuovere e valorizzare il pensiero e le esperienze della donna, sostenere iniziative e attività per promuovere la partecipazione della donna con ruoli di responsabilità nella società civile e nel mondo del lavoro.

Le tre prime vincitrici – su ben diciassette partecipanti – sono Stefania Gaiotto, produttrice di frutta biologica, mais e allevatrice di galline e polli da carne di Civezzano; Stefania Lusuardi produttrice di ortaggi, piante officinali ed esperta in agricoltura sinergica di Monte Terlago e Nadia Laura Pitto, coltivatrice di cereali e piante officinali, nonché animatrice di un agriturismo con casa sugli alberi in val di Fassa. A premiarle Donatella Lucian, presidente del Coordinamento Donne ACLI e l’Arcivescovo Lauro Tisi.  

Mons. Lauro Tisi ha ricordato la visione e la “capacità di futuro” di cui sono portatrici queste esperienze femminili con la loro capacità di intuito. Ha osservato quanto sia importante investire oggi nell’agricoltura (“Chi fa agricoltura tieni i piedi per terra, non svolazza”) e ha ribadito che anche la Chiesa trentina guarda sempre di più alla valorizzazione sociale del lavoro nei campi”.

Il ruolo crescente dell’imprenditoria femminile in Trentino è stato documentato per Confindustria da Stefania Segatta: il 18 per cento delle imprese è condotto da sole donne, in aumento crescente. Alle vincitrici è stato consegnato un premio di 2.000 euro ciascuna, al quale si è aggiunto un assegno di 500 euro da parte di Pensplan con l’apertura delle rispettive posizioni relative alla previdenza integrativa. 

Un premio alle donne che amano la terra. Presentata iniziativa di Acli e Arcidiocesi. SCARICA BANDO E MODULO ISCRIZIONE

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

S’intitola “Donne e agricoltura per la nostra terra trentina” il Premio presentato giovedì 18 luglio a Trento e nato dalla collaborazione tra le Acli (Coordinamento Donne insieme ad Acli Terra e Fap Acli) e l’Arcidiocesi di Trento, con il supporto di Fondazone Mach e CSV. Il premio punta a volorizzare la creatività imprenditoriale femminile in agricoltura

Nel corso della presentazione dell’iniziativa il presidente delle Acli trentine Luca Oliver ha ricordato il ruolo essenziale della donna in agricoltura. La donna, ha ricordato Oliver, si è rivelata in questa anni una felice interprete della cultura dell’innovazione e del “saper fare”.
Donatella Lucian, responsabile del Coordinamento donne delle Acli, si è soffermata sul valore di un concorso che intende promuovere un ruolo spesso sottovalutato e bisognoso di maggiore attenzione da parte della comunità trentina.

Don Cristiano Bettega, delegato vescovile per l’Area Testimonianza e Impegno Sociale dell’Arcidiocesi di Trento, ha parlato del ruolo sociale della donna in agricoltura e del valore della bellezza del lavoro femminile ricordando come gli orti equivalgano spesso a dei gradevolissimi giardini.

Flavio Sandri, presidente di Acli Terra, e Renata Perini della Fap Acli, ricordando la collaborazione con l’Arcidiocesi, si sono soffermati sui valori cristiani e della famiglia che caratterizzano questo concorso.

Paolo Della Valle, coordinatore della formazione agricola degli adulti di FEM, ha ricordato come il 25% degli iscritti all’Istituto agrario di San Michele siano oggi provenienti dal mondo femminile, mentre Giorgio Casagranda, presidente del CSV Trentino, si è soffermato sul valore della risorsa femminile per l’intera società trentina anche per quanto riguarda la creatività e la proposta innovativa.

Il Premio andrà a riconoscere tre imprenditrici “che contribuiscono all’innovazione nella tradizione dell’attività agricola” , come si legge nel bando con le modalità di partecipazione. Possono presentare domanda le donne imprenditrici che hanno realizzato un’attività imprenditoriale agricola o agrituristica innovativa negli ultimi 3 anni dopo gennaio 2017. Le attività, oggetto di candidatura, dovranno collocarsi in almeno due dei sei ambiti di intervento: donna innovatrice nella tradizione trentina; donna eccezionalmente creativa nella propria attività; donna innovativa nell’impresa familiare; donna che valorizza la rete sociale; donna attenta alla sostenibilità ambientale e/o al benessere animale; donna che sostiene situazioni di fragilità sociale.

La valutazione delle proposte sarà effettuata da una Commissione formata da rappresentanti di tutti gli enti partner coinvolti.

 

SCARICA IL BANDO

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE (editabile)

La candidatura dovrà essere inviata all’indirizzo mail: premio.donneagricoltura@aclitrentine.it entro e non oltre il 30 settembre 2019. Saranno premiati i migliori tre progetti con un premio di 2.000,00 euro ciascuno. Sarà inoltre dato un riconoscimento a tutte le partecipanti all’iniziativa.

Il gruppo promotore del Premio 2019 organizzerà, il giorno 11 novembre 2019 ad ore 17.30, presso il Vigilianum, in via Endrici 14 a Trento, una serata di presentazione dei vari progetti a cui saranno invitate tutte le imprenditrici partecipanti all’iniziativa e durante la quale saranno consegnati i premi e i riconoscimenti.

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa scrivi a: premio.donneagricoltura@aclitrentine.it

VOLANTINO INIZIATIVA