Milano, dal vescovo Delpini appello (senza confini) a leggere la realtà con senso critico

Nel tradizionale "Discorso alla città" alla vigilia della festa del patrono Sant'Ambrogio
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

E’ una provocazione a riflettere che va ben oltre i confini della Chiesa di Milano il tradizionale “Discorso alla Città” pronunciato dall’Arcivescovo Mario Delpini in occasione della festa del patrono Sant’Ambrogio, nell’omonima Basilica.

In un’epoca dominata da populismi e fanatismi, Delpini rivolge un invito «ad affrontare le questioni complesse e improrogabili con quella ragionevolezza che cerca di leggere la realtà con un vigile senso critico e che esplora percorsi con un realismo appassionato e illuminato». Un appello dalla Chiesa ambrosiana, che si estende anche ad altri alla Chiesa di Trento, considerando anche il legame che univa la Chiesa di Ambrogio a quella di Vigilio.  Leggi tutto QUI 

Una Basilica gremita di autorità civili e politiche ha accolto mons. Mario Delpini per il Vespero della Vigilia. Durante la celebrazione l’Arcivescovo di Milano ha tenuto il tradizionale Discorso alla Città