Vescovo Tisi ricorda De Gasperi e il suo rispetto per il popolo

Echi dalla Messa a Borgo Valsugana all'indomani della Lectio di Pieve sullo statista
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

“L’auspicio, cominciando anche da noi, uomini di Chiesa, è che abbiamo tutti un grande rispetto per il ‘popolo’ – inteso come comunità – e che esso non diventi mai uno strumento da usare a nostro fine. In questo, De Gasperi ci ha offerto una grande lezione”. L’arcivescovo Lauro Tisi ha presieduto domenica 19 agosto la s. Messa in memoria di Alcide De Gasperi, nella chiesa parrocchiale di Borgo Valsugana, davanti alle figlie dello statista Maria Romana e Paola. Nell’omelia Tisi ha ripreso i temi sviluppati della Lectio Degasperiana (dal titolo “De Gasperi e il popolo”) il giorno precedente a Pieve Tesino: dopo il saluto del sindaco di Pieve Carola Gioseffi (qui testo) e l’introduzione del presidente della Fondazione De Gasperi Giuseppe Tognon,  la Lectio è entrata nel vivo con le relazioni di Angelo Panebianco e Paolo Pombeni. 

 

La partecipata Lectio a Pieve Tesino, presente l’arcivescovo Lauro

Da sinistra Pombeni, Tognon, Panebianco