“Volevo solo fare il parroco… chiedo il dono dello Spirito Santo. Camminerò con chi è nel disagio e nella malattia”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Mai avrei immaginato di diventare Vescovo: chi mi conosce sa che il desiderio della mia vita è sempre stato quello di essere parroco“. Queste le prime parole del nuovo vescovo Tisi che, poco dopo l’annuncio della sua nomina, ha rivolto il suo saluto all’intera Diocesi e alla comunità trentina. Tisi esprime consapevolezza della  grande responsabilità a cuiè chiamato,  ma anche fiducia:  “In Trentino in questi anni ho incontrato persone buone e generose. La nostra terra, insieme e prima delle bellezze naturali, annovera quelle di uomini e donne che sanno piegarsi con tenerezza per soccorrere i tanti feriti dalla vita“. “Il mio sguardo – aggiunge – ha davanti a sé tutto il Popolo di Dio che vive nella Chiesa di Trento.  Insieme, io accanto ad ogni battezzato, siamo chiamati ad affrontare la sfida di un mondo che sembra disinteressato al Vangelo, ma in cui dobbiamo riconoscere tutti come figli dello stesso Dio“. “Mi impegno a camminare con quanti sono provati dal disagio e dalla malattia…”. Lo Spirito Santo, mi aiuti a vivere il ministero episcopale nell’umiltà“.