Tragedia familiare, vescovo Lauro: “Dio abbracci le vite spezzate”

Dramma che "toglie il respiro". "Uniti, nell'incredulità"
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’arcivescovo Lauro Tisi interviene sul drammatico fatto di cronaca accaduto a Trento oggi, lunedì 27 marzo 2017:

“Una simile tragedia familiare, con il suo indicibile carico di dolore, toglie il respiro. Troppi interrogativi senza risposta si addensano in ciascuno di noi e fanno piombare in un silenzio incredulo l’intera comunità trentina.

Nell’incredulità, siamo uniti.  Chiediamo a Dio Padre l’abbraccio, per sempre tenero e paterno, alle piccole vite spezzate. Consolazione per coloro che, improvvisamente, sono lacerati dall’assenza di volti e sguardi indimenticabili. Infine, per ciascuno di noi, il dono di custodire la vita come il talento più prezioso, cogliendo spiragli di luce anche nel buio profondo. Viviamo, quanto più sappiamo sperare e infondere speranza”.

Sul dramma di Trento, la radio diocesana Trentino inBlu ha raccolto il commento del parroco di San Giuseppe e delegato per la Pastorale sociale e il lavoro don Rodoloo Pizzolli. ASCOLTA AUDIO