Testamento biologico, don Tomasi: “Passo indietro”

Il moralista intervistato da radio Trentino inBlu all'indomani della bocciatura CEI
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La legge sul testamento biologico viene fortemente criticata dai vescovi italiani. Subito dopo l’approvazione in Senato la CEi ha preso posizione prendeva posizione con il direttore dell’Ufficio Cei per la Salute, don Massimo Angelelli:  “Non possiamo riconoscerci in una legge che tutela i medici sollevandoli da ogni responsabilità e le strutture sanitarie pubbliche, ma non i malati”. Sul tema è intervenuto stamani ai microfoni della radio diocesana Trentino inBlu il moralista don Bruno Tomasi. Ascolta intervista