Scomparso il diacono Mario Fontana

Aveva 79 anni. Con la moglie fu collaboratore domestico del vescovo Bressan
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

É deceduto lunedì 28 agosto, alla soglia degli ottant’anni (li avrebbe compiuti l’11 novembre) e dopo una lunga malattia, il diacono permanente Mario Fontana. Nativo del bellunese, sposato, padre di due figlie, maestro elementare, fondò con la moglie Gabriella Lucian (insieme nella foto) la comunità Via Pacis di Fiera di Primiero. Fu ordinato diacono nel 1992, svolgendo il suo servizio come collaboratore pastorale a Tonadico. Sempre con la consorte fu poi per quattro anni (dal 1999 al 2003) collaboratore domestico dell’arcivescovo emerito Luigi Bressan. Dopo un ulteriore impegno in Primiero come animatore della catechesi degli adulti, negli ultimi anni ha collaborato nella Parrocchia di Dro e Ceniga, con attenzione alla pastorale d’insieme all’interno del decanato Arco e all’attività dell’associazione Via Pacis. Lo ricorda un altro diacono permanente, Tiziano Civettini: “Ha lasciato una traccia indelebile nei cuori di tutti. Ha trasmesso la sua passione per il Vangelo con la sua grande capacità di raccontare le storie, soprattutto ai bambini; ha profuso la sua gioia di vivere e la contemplazione della la natura e delle sue montagne, di cui aveva tanta nostalgia. Grazie di cuore, Mario”. L’ultimo saluto a Mario Fontana mercoledì 30 agosto alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di Dro.