Quando la malattia non cancella lo stupore

A convegno la Pastorale della Salute in vista della Giornata del Malato
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Stimolati dall’arcivescovo Lauro e dalla sua ricetta contro il “narcisismo” (“vera patologia dell’oggi, anche nelle nostre comunità, fonte spesso di litigiosità”) un centinaio di operatori della pastorale della salute si sono riuniti nel pomeriggio di sabato 28 gennaio presso l’Oratorio del Duomo a Trento, per l’annuale convegno diocesano in preparazione alla Giornata Mondiale del Malato (11 febbraio 2017, 25^ ). Giornata che quest’anno avrà come tema: “Stupore per quanto Dio compie: «Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente (Lc 1,49)». Partendo da questo titolo, al convegno è intervenuta suor Chiara Curzel, religiosa delle suore Venturine (Figlie del Cuore di Gesù) e docente di Patrologia presso lo Studio Teologico e di Letteratura Cristiana Antica nel Corso Superiore di Scienze Religiose di Trento.

QUI LA SUA RICCA RELAZIONE 

Hanno completato il pomeriggio tre diverse testimonianze  di servizio volontario nell’ambito della pastorale sanitaria trentina.

 

Via Monsignore Endrici, 17, 38122 Trento, Italia