Presepi trentini a Mosca, il grazie di Kirill

L'arcivescovo emerito Bressan e il governatore Rossi dal Patriarca
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

A suggello della mostra dei presepi trentini eccezionalmente esposti a Mosca, una delegazione guidata dall’arcivescovo emerito monsignor Luigi Bressan e dal governatore Ugo Rossi ha incontrato il patriarca di Mosca e di tutte le Russie, sua santità Kirill. L’arte e la tradizione dei presepi trentini è uno strumento per avvicinare i popoli, ha detto Kirill accogliendo la delegazione nel monastero Danilovskij a Mosca.  L’incontro ha di fatto suggellato l’iniziativa promossa dall’associazione Amici del presepio di Tesero, sostenuta dalla Regione Trentino Alto Adige Südtirol, che ha visto esposto nella Basilica di Cristo Salvatore (fino al termine della settimana) 23 rappresentazioni della natività frutto della maestria degli artigiani trentini ed altoatesini. La mostra ha ottenuto il patrocinio del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani accanto a quello del Patriarcato di Mosca e di tutte le Russie, ed ha potuto contare sulla collaborazione delle Province autonome di Trento e di Bolzano, dell’Arcidiocesi di Trento, della Comunità di Sant’Egidio. Ideata ed allestita dall’ Associazione Amici del Presepio di Tesero-Trento e l’Associazione Unika Val Gardena – Bolzano, ha beneficiato del supporto dell’ambasciatore a Mosca, Pasquale Terracciano. (foto Ufficio Stampa Provincia )