Pedofilia nella Chiesa, Francesco: “Ferite mai prescritte”

Lettera al popolo di Dio, in cui conferma "tolleranza zero"
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Papa Francesco scrive una Lettera al Popolo di Dio, soffermandosi sulle conseguenze causate dagli “abusi sessuali, di potere e di coscienza commessi da un numero notevole di chierici e persone consacrate”. Il Santo Padre esprime solidarietà e invoca “tolleranza zero”, sottolineando che “le ferite non spariscono mai e ci obbligano a condannare con forza queste atrocità, come pure a concentrare gli sforzi per sradicare questa cultura di morte”. E aggiunge: “Il dolore di queste vittime è un lamento che sale al cielo, che tocca l’anima e che per molto tempo è stato ignorato, nascosto o messo a tacere. Ma il suo grido è stato più forte di tutte le misure che hanno cercato di farlo tacere o, anche, hanno preteso di risolverlo con decisioni che ne hanno accresciuto la gravità cadendo nella complicità. Grido che il Signore ha ascoltato facendoci vedere, ancora una volta, da che parte vuole stare”. Qui il testo della Lettera di Francesco ripreso dall’agenzia Sir. In allegato versione PDF 

Sul tema vedi anche Abusi nella Chiesa. P. Zollner: “Il clericalismo? Induce ai crimini più scioccanti”