La Chiesa e i beni temporali

Secondo appuntamento informativo per i consigli per gli affari economici
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sono tornati a riunirsi sabato scorso 10 giugno a Trento al teatro del Collegio Arcivescovile i componenti dei Consigli per gli affari economici delle parrocchie trentine.  Al centro della riflessione la relazione su “La gestione dei beni immobili” a cura del cancelliere di Curia don Alessandro Aste.  “La Chiesa – ha spiegato – ha diritto ai beni temporali per conseguire i fini che le sono propri: ordinare il culto divino; provvedere ad un onesto sostentamento del clero; esercitare opere di apostolato sacro e di carità, specialmente a servizio dei poveri”.  La mission di fondo  è quella di “gestire bene i beni“, ha aggiunto fornendo tutti i riferimenti giuridici di riferimento in materia.  VEDI QUI SLIDES COMPLETE DELL’INCONTRO

L’incontro faceva  seguito alla prima riunione formativa del 28 gennaio scorso.