In tanti a pregare per le vocazioni

Ogni primo sabato del mese s. Messa con vescovo Lauro in Sant'Apollinare
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Chiesa di Sant’Apollinare di Trento affollata, al mattino del 4 marzo, per il primo sabato di preghiera e digiuno per le vocazioni. L’iniziativa della pastorale vocazionale prevede ogni primo sabato del mese (e a oltranza nel corso dell’anno) la celebrazione della S. Messa nella parrocchia di Piedicastello, presieduta dall’arcivescovo Lauro. Tutta la comunità diocesana è però invitata a unirsi alla preghiera, invocando il dono delle vocazioni anche attraverso forme di digiuno. “Talvolta le nostre comunità sono diventate afone, dal punto vista vocazionale, per non avere saputo vivere nella sobrietà evangelica”, ha sottolineato nell’omelia l’arcivescovo Lauro. “Il futuro della nostra Chiesa – ha aggiunto – si giocherà anche sulla capacità di chiederci, anche di fronte ai beni che possediamo: questo serve o meno al Vangelo?”.  Quindi l’invito ad essere comunità accoglienti, “pronte – ha concretizzato don Lauro – a sedersi al tavolo della misericordia, ma non per dire: vieni, ti perdono! Piuttosto: vieni, ho trovato chi mi ha perdonato”.

La Santa Messa nella chiesa di Sant’Apollinare (Ph. Gianfranco Bernardinatti)