Il volto giovane dei popoli

20-21 maggio: 18ª edizione della Festa promossa dalla Diocesi (Centro Missionario e Migrantes)
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Raggiunge la maggiore età e parla di giovani la Festa dei Popoli, in calendario a Trento nel prossimo fine settimana (20-21 maggio), su invito della Diocesi e in particolare di Centro Missionario e Migrantes (pastorale delle migrazioni).

L’edizione numero 18 conferma la tradizionale scaletta, inaugurata nell’anno 2000, con piazza Fiera cuore della manifestazione, dal titolo quest’anno “Giovani, insieme è bello”.

Il ritrovo sabato 20 (ore 15.30) per un pomeriggio di animazione per giovani e ragazzi con creazioni culturali e musicali senza confini. Nella serata di sabato (ore 20.30) spazio alla musica con il concerto dei gruppi etnici e il saluto del vescovo Lauro.

QUI IL SALUTO DEL VESCOVO

 

Domenica, dopo l’esibizione del coro Sat Bindesi, la sfilata dei popoli per le vie della città, con partenza (ore 10.30) e ritorno in piazza Fiera dove, alle ore 12.00, è previsto il saluto delle autorità e di mons. Giulio Viviani per la Diocesi.

Il saluto – ha detto Viviani- è quello della Chiesa di Trento, della nostra gente, che nel passato ha conosciuto bene la realtà del migrare. Quanti trentini sono andati verso i popoli del mondo per cercare un futuro migliore; quanti missionari trentini hanno portato ai popoli il Vangelo e la carità di Cristo nel mondo. Ora sono i popoli a venire da noi, nel Trentino diventata una terra bella che accoglie. Tutta la nostra Chiesa è chiamata a starvi accanto, perché non succeda che vi lasciamo soli come i nostri emigranti che dovettero andare da soli in Sudamerica senza neanche un prete! La nostra Chiesa, con i suoi sacerdoti e i suoi fedeli vi accoglie e vi dice quello che è il suo messaggio fondamentale che in questa domenica in tutte le chiese viene proclamato. Sono parole di Gesù che si rivolge a tutti e dice: “Non vi lascerò orfani!” perché in Cielo c’è un Padre per tutti”.

 

Pomeriggio domenicale dedicato alla presentazione dei vari gruppi etnici.

«La Festa dei Popoli – spiega don Beppino Caldera, responsabile della pastorale delle migrazioni – si sofferma quest’anno a riflettere sulla qualità dei tanti giovani immigrati che vivono tra noi e non solo sulla loro integrazione. Vorremmo illuminare questa realtà, farla conoscere: questo è il migliore antidoto al razzismo e la garanzia più efficace da proporre a chi continua a guardare con sospetto la presenza degli stranieri. Questi giovani, stranieri solo sulla carta d’identità, sono ormai determinanti per la tenuta della società trentina».

 

Questo il programma dettagliato:

 

SABATO 20 MAGGIO

ore 15.30 Ritrovo in Piazza Fiera

ore 20.30 CONCERTO GRUPPI ETNICI e saluto dell’Arcivescovo Lauro

 

DOMENICA 21 MAGGIO

ore 9.00 Coro Sat Bindesi Villazzano – presenta Italo Leveghi

ore 10.30 SFILATA DEI POPOLI per le vie della città accompagnati dalla Banda Sociale di Zambana e dalla Banda Blaskapelle Obewrschwappach

ore 12.00 saluto delle autorità e di mons. Viviani

Ore 13.00 I popoli si presentano DANZE, CANTI E FOLKLORE DA TUTTO IL MONDO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto Zotta