Giovani pellegrini “suonano” la nona

Ottimo bilancio per la salita notturna Trento-Montagnaga
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pellegrinaggio notturno Trento-Montagnaga, il giorno dopo: “La stanchezza si è fatta sentire, a notte fonda temevo di cedere, ma sono arrivata fino in fondo: un’esperienza che mi ha arricchito tantissimo. Davvero indimenticabile”. Sono i social a rilanciare le emozioni dei “camminatori” nella notte di un’edizione, la nona, molto partecipata, con giovani e giovanissimi in crescita. “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente. Lasciamo un impronta che segni la storia” recitava il tema del pellegrinaggio, riprendendo l’inno di Maria di Nazareth, dopo l’annuncio dell’angelo.La partenza dal Seminario, le parole forti del vescovo Lauro in cattedrale sul senso del cammino nella vita, la salita alle Laste, a Civezzano e, infine, al Santuario mariano più amato del Trentino, accompagnati dalle testimonianze dei giovani e dagli stimoli di papa Francesco.