Happening Nitida Stella, vescovo Lauro: “Ripartire dalle ferite”

Monsignor Tisi in dialogo con Giorgio Vittadini a Vigolo Vattaro
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Oltre duecento persone hanno partecipato venerdì sera, 8 settembre, a Vigolo Vattaro al dibattito promosso dall’associazione Nitida Stella sul tema “C’è una crepa in ogni cosa. È così che entra la luce” , una frase di Cohen che esprime l’invito ad affrontare la realtà con uno sguardo positivo, come ha spiegato Paolo Cannelli nell’introdurre la serata.
“In un tempo di visioni catastrofiche e astratte contrapposizioni ideologiche – concordava l’Arcivescovo Lauro Tisi, ospite atteso – dobbiamo partire dal nostro limite e dalle nostre ferite per avvicinarci anche alle ferite degli altri, vivendo la vera fraternità; la conoscenza vera passa attraverso l’esperienza, come diceva il fondatore di CL don Giussani”.
Anche uno dei suoi primi collaboratori, Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione della sussidiarietà, ha ritrovato nella sua vita l’esperienza di una ferita da cui avvertire il desiderio di felicità colmato solo da Gesù Cristo e dalla sua compagnia.