Figli, madri e padri alla Cattedra del Confronto

Da lunedì 5 l'iniziativa diocesana aperta da Perroni-Dionigi
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Essere figli, essere madri, essere padri. A questi tre temi è dedicata la Cattedra del Confronto 2018, il percorso di riflessione proposto dalla Diocesi di Trento attraverso l’Ufficio cultura e università e giunto alla 10ª edizione. Tre appuntamenti, in tre lunedì di fila – 5, 12 e 19 marzo – alle ore 20.45, alla Sala della Cooperazione in via Segantini. L’approfondimento su un tema che incrocia aspetti educativi, psicologici e sociologici è affidato al confronto tra due voci provenienti da ambiti diversi, confermando lo stile che da sempre caratterizza questo spazio di dialogo, ideato per offrire punti di vista e prospettive che coinvolgano tutti, credenti e non credenti, attraverso il confronto schietto su tematiche di forte impatto esistenziale sulle quali provare a formulare ipotesi di risposte.

La Cattedra partirà lunedì prossimo 5 marzo con il confronto sull’Essere figli, sostenuto dalla biblista Marinella Perroni, docente al Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma, fondatrice del Coordinamento Teologhe Italiane e dal latinista Ivano Dionigi, professore ordinario all’Università di Bologna, già magnifico rettore, presidente del Consorzio interuniversitario AlmaLaurea.  Il 10 novembre 2012, Dionigi è stato nominato da Benedetto XVI presidente della Pontificia Accademia di Latinità.

Si prosegue lunedì 12 marzo esplorando il tema Essere madri con la filosofa Carla Canullo e il teologo Giovanni Cesare Pagazzi.

Conclusione lunedì 19 marzo sul tema dell’Essere padri con la psicologa Barbara Massimilla e il pedagogista Ivo Lizzola.

Scheda relatori

Locandina